Jesina, senti Strappini: “La coppa è un obiettivo”

Marco Strappini, allenatore Jesina

COPPA ECCELLENZA – Il tecnico leoncello pronto a sfidare il Castelfidardo: “In campo chi avrà la condizione migliore”

Archiviata il pari di Montefano, per la Jesina arriva una settimana dove dinanzi a sé avrà solo occhi per il Castelfidardo. Le due squadre si sfideranno domani nella gara d’andata dei quarti di finale di Coppa Italia d’Eccellenza con fischio d’inizio alle ore 18.30, domenica poi sempre al Carotti, duelleranno in campionato dove in palio ci saranno tre punti.

Ora però la testa di Marco Strappini, allenatore della Jesina, è solo ed esclusivamente sull’impegno di coppa: “Lo diciamo dall’inizio e non ci nascondiamo. Reputo questa coppa un obiettivo della società, perché potrebbe portarci lontano. Allo stesso tempo dobbiamo fare i conti con tutte le difficoltà del caso e soprattutto di fronte ci sarà un avversario che ha già dimostrato buone cose in questa competizione, anche se in campionato ha raccolto meno del previsto”.

Ma il tecnico leoncello preferisce guardarsi soprattutto in casa propria. “Dal pareggio di Montefano prendo per buono la reazione che abbiamo avuto dopo i primi minuti di sbandamento. Abbiamo reagito da grande squadra che non si è demoralizzata, è rimasta compatta, ha acciuffato la partita e ha rischiato anche di vincerla. Spero non ricapitino più momenti simili. Ma fa parte del nostro percorso di crescita”. E per domani potrebbe esserci un moderato turnover. “Farò valutazioni principalmente su chi starà meglio e in condizione. Sarà una partita di gamba, dove bisogna essere al top se si vuole portare a casa un risultato importante. Tra i pali? Probabilmente Minerva riposerà ma valuterò nelle prossime ore”.

 

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia