Jesina in caduta libera: l’ennesima sconfitta accende la rabbia dei tifosi

ECCELLENZA – Altra contestazione nella gara di Campiglione persa contro il Monturano

di Angelica Mancini

Quarto ko di fila per la Jesina, che perde 1-0 contro il Monturano. Una sconfitta che non fa altro che aumentare il malcontento sempre più dilagante tra i tifosi biancorossi. Nei giorni scorsi erano apparsi diversi striscioni in giro per la città in cui si contestava duramente l’operato della società nel corso della stagione. “Battersi è il minimo…la salvezza è d’obbligo” recita il nuovo striscione che gli ultras jesini hanno innalzato all’inizio della partita di oggi, domenica 3 marzo. Nel corso della gara, oltre ai cori di sostegno e di incoraggiamento verso i giocatori della propria squadra, non sono mancati quelli di polemica, uno fra tutti “Meritiamo di più”. Ma è a fine partita che gli animi si sono infiammati ulteriormente ed è montata la contestazione vera e propria. Tantissimi fischi contro il presidente Giancarlo Chiariotti, seduto in panchina, e contro i giocatori stessi, che si sono presentati a testa bassa davanti ai tifosi per chiedere scusa. Una manifestazione di dissenso molto accesa, che però non è mai andata oltre gli attacchi verbali, Una sconfitta, quindi, che va a peggiorare ulteriormente una situazione già delicata e costringe la Jesina a restare sempre più invischiata nella parte bassa della classifica.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS