Jesi, reddito di cittadinanza per 411 beneficiari: al via progetti utili alla collettività

Ognuno di essi dovrà impegnarsi almeno 8 ore settimanali fino a un massimo di 16

di Marica Massaccesi

A Jesi il reddito di cittadinanza è percepito da 411 persone, in più 65 sono i cittadini in attesa di verificare la domanda. Ogni beneficiario del reddito di cittadinanza dovrà impegnarsi almeno 8 ore settimanali fino ad un massimo di 16 ore per progetti utili alla collettività (riguardanti gli ambiti sociale, culturale, artistico, ambientale, formativo, tutela di beni comuni ed altre attività di interesse generale) con l’obiettivo di impegnarsi in piccoli lavori di pubblica utilità.

Tali progetti saranno trasmessi dai dirigenti del Comune di Jesi all’Asp Ambito 9 che si occupano del coordinamento a livello territoriale. Tra le attività che potranno essere svolte vi sono quelle di piccoli lavori di pulizia di aree e spazi pubblici o attività di portineria per edifici aperti al pubblico. Queste mansioni devono intendersi complementari, a supporto e integrazione rispetto a quelle ordinariamente svolte dagli uffici dell’ente e non sono allo stesso tempo sostitutive di quelle affidate esternamente dall’ente e hanno un carattere necessariamente temporaneo.

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi