Intrattenimento e cultura: antidoti alla movida molesta, le proposte di Capriotti

 

In Commissione verranno trattati i punti oggi in discussione in maggioranza

Troppo alcol e fracasso nei week end al centro di San Benedetto del Tronto. L’amministrazione comunale sta studiando soluzioni per arginare il fenomeno che degrada la Riviera e rende le notti dei residenti da incubo. Le proposte al vaglio della maggioranza partono dalla civica Centro Civico Popolare, che conta l’assessore al Turismo Cinzia Campanelli e il presidente della Commissione Commercio e Turismo Fabrizio Capriotti, capogruppo della lista. Proprio Capriotti porterà l’argomento in Commissione.

Quali sono le iniziative per arginare il fenomeno della movida molesta? “Premesso che ci muoviamo in sinergia con l’assessore al Commercio Laura Camaioni, le iniziative che intendiamo portare avanti si muovono su più fronti: l’intensificazione del pattugliamento notturno delle forze dell’ordine, il coinvolgimento dei gestori dei locali  e l’organizzazione di appuntamenti culturali per i giovani”.
Rafforzare la presenza dei militari. “L’obiettivo – spiega Capriotti – è creare una task force composta da carabinieri, Guardia di finanza, Pubblica sicurezza, Polizia municipale per far sì che il centro e le zone critiche vengano pattugliate fino alle 4 del mattino. Perché i ragazzi in preda all’alcol si scatenano generalmente dopo mezzanotte. Chiederemo incontro con il prefetto di Ascoli Piceno”.
Coinvolgimento degli esercenti. “I locali – ancora Capriotti – dovranno collaborare non servendo alcol ai minorenni, tenendo la musica nei limiti consentiti dal regolamento sui decibel e avendo cura dell’area circostante i propri esercizi”.
Intrattenimento, cultura e sport. “Dobbiamo creare – conclude Capriotti – alternative alla movida, per dare modo ai giovani di impiegare il loro tempo in attività che li tengano lontani dallo sballo. Per cui dovremo allestire spazi al centro in cui organizzare concertini, appuntamenti teatrali, presentazione di libri e iniziative sportive che siano appetibili anche ai turisti“.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS