Insulti razzisti ad una calciatrice. Ghirelli: “Un virus”, il Fano: “Prepariamo un’amichevole”

Dopo il fattaccio di domenica arrivano le parole dal presidente della Lega Pro

Vi avevamo parlato dello spiacevole episodio di razzismo ai danni di una calciatrice 15enne della Ancona Respect che, fuori dal campo del Fano, ha ricevuto delle pessime parole offensive sembrerebbe dal padre di una delle giocatrici.

Sull’accaduto è intervenuto anche il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli: “Il razzismo è un virus che muta facilmente e invece di sparire si nasconde, ma è sempre in agguato. Le espressioni di razzismo rinnovano in noi la vergogna dimostrando che i progressi della società non sono assicurati una volta per sempre. In questo modo la Lega Pro vuole esprimere la ferma condanna a quanto è successo alcuni giorni fa ad una giovane calciatrice dell’Ancona Respect dicendo fermamente NO al razzismo e a tutte le forme di discriminazione. Alla giovane della squadra femminile Ancona Respect giunga la solidarietà di tutta la Lega Pro. La aspettiamo sul campo e sugli spalti dello stadio di Ancona, pronti a premiarla in nome del calcio vero fatto solo di gioia, amicizia e rispetto”.

Infine, anche il Fano ha diramato un comunicato in merito al fattaccio: “L’Alma Juventus Fano, stigmatizza con forza l’episodio di razzismo, che ha visto coinvolto il genitore di una propria atleta, accaduto domenica scorsa durante il match della squadra under 17 femminile con l’Ancona Respect. Episodio gravissimo in generale, e ancor più ingiustificabile perché rivolto in un contesto sportivo che intende trasmettere, al di là della competizione agonistica, i valori del rispetto reciproco, dell’impegno e della disciplina, nonché quello dell’integrazione e dell’appartenenza a un gruppo.
La nostra è una ferma condanna a qualsivoglia tipo di azione o frase riconducibile ad una forma di razzismo, odio o violenza razziale. Il presidente Russo, a nome della società granata tutta, intende condannare l’atto discriminatorio e scusarsi con la giovane atleta e con la presidente Pagliari in rappresentanza della società biancorossa, comunicando sin da ora il ritiro della squadra al ripetersi di un altro episodio del genere riconducibile ad un nostro sostenitore. Avremmo piacere invece, in una data da concordare, di invitare le giovani atlete dell’Ancona Respect per un’amichevole finalizzata a condannare unanimemente il grave episodio accaduto ed in quell’occasione saremmo lieti di ospitare in un contesto conviviale entrambe le squadre per ribadire i veri valori che devono animare la pratica agonistica“.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS