Infortuni e ripresa da dimenticare, la Maceratese parte col piede sbagliato

Francesco Nocera, tecnico della Maceratese

PROMOZIONE – Diverse attenuanti per i biancorossi ma ci si aspettava di più

Ci si aspettava qualcosa in più dalla Maceratese nell’esordio in campionato. Se da un lato ci sono delle attenuanti (vari infortuni) dall’altro è pur vero che perdere in casa della Vigor Castelfidardo (priva tra l’altro della coppia d’attaccanti titolare) è un bruttissimo biglietto da visita.

Partiamo dalle attenuanti: agli infortunati Vechiarello e Carrion si sono aggiunti Ruibal, Massini (a inizio gara) e Mercurio inoltre i biancorossi non avevano Marino out per squalifica. In una stagione che si preannuncia difficile per mille motivi i biancorossi con diverse assenze hanno fatto fatica ma nel secondo tempo sono colpevolmente usciti dal campo.

Le note positive possono sicuramente essere rappresentate dalla coppia centrale Mercurio – Bigoni che si è comportata molto bene e anche il portiere Farroni si è distinto positivamente (incolpevole sui gol, anzi ha salvato in un paio di circostanze). Le noti dolenti arrivano dalla poca concretezza sotto porta: soprattutto nel primo tempo la Maceratese sembrava avere la gara in pugno e lo 0-2 è stato sfiorato in più circostanze. Dell’Aquila ha giocato una prova di sostanza andando a recuperare diversi palloni ma sotto porta non ha avuto il guizzo giusto per dare la mazzata decisiva.

Altra nota dolente, la più grave, la totale assenza di filtro in mediana nella ripresa. A prescindere dagli interpreti la sensazione è stata quella di una Vigor Castelfidardo affamata e di una Maceratese moscia, per non dire peggio. Forse il risultato più giusto era il pareggio ma i padroni di casa non hanno “rubato” nulla. Anzi, si sono visti anche annullare una rete regolare. Di sicuro è mancata la cattiveria agonistica e fare quel metro in più per il compagno.

Miramontes oltre al bellissimo gol su punizione non ha dato quel quid in più che serve a questa squadra. Giocatore avanti con l’età che soprattutto nella ripresa non ha rincorso l’avversario con quella fame agonistica necessaria per lottare al fianco della squadra. Da notare anche l’assenza del dg Enzo Vissani nella prima gara ufficiale della stagione dei biancorossi: il dirigente non era presente nella tribuna di Castelfidardo.

Ti potrebbero interessare

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana