Indebita percezione Cas, segnalati danni erariali per oltre 286mila euro

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno, al termine di accertamenti esperiti sui contributi erogati da un Comune della provincia, hanno accertato responsabilità per danni erariali di oltre 286 mila euro, in relazione a presunte irregolarità riguardanti l’indebita percezione dei contributi.

In particolare, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Ascoli Piceno, su delega della Corte dei Conti – Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale di Ancona, ha approfondito l’erogazione di contributo di autonoma sistemazione (CAS) a 23 soggetti, sgomberati dalle abitazioni a causa del sisma dell’agosto e dell’ottobre 2016.
Anomalie importanti, infatti, erano emerse sin dai primi accertamenti, finalizzati ad appurare la residenza, soprattutto con riferimento al superficiale apprezzamento dei consumi di energia elettrica delle utenze degli immobili sgomberati, relativi all’anno precedente il sisma 2016.
Precise violazioni amministrativo-contabili sono state individuate in capo ai soggetti percettori dei suddetti benefici ed oggetto di contestazione, in ragione della mancanza della stabile e continuativa residenza sul territorio comunale in data antecedente agli eventi sismici del 2016.

La collaborazione con la Corte dei Conti rappresenta un’attività di centrale importanza nell’azione della Guardia di Finanza a tutela della spesa pubblica poiché il Corpo, come confermato dal codice della giustizia contabile, entrato in vigore nell’ottobre 2016, è il principale referente operativo della stessa, non solo nell’esercizio delle funzioni giurisdizionali ma anche per ciò che riguarda la sfera del controllo.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS