In spiaggia nelle ore notturne, controlli serrati a Mezzavalle

Importante sopralluogo della Polizia Locale di Ancona

Un’azione preventiva ma anche un segnale preciso per il rispetto delle regole. E’ questo il senso dell’intervento attuato ieri sera dalla Polizia Locale di Ancona che alle ore 20 con tre pattuglie è intervenuta a Mezzavalle dove ha trovato ancora una cinquantina di persone, gruppi di giovani ma anche nuclei familiari. Gli agenti hanno incontrato i bagnanti spiegando loro che dalle ore 21.00 sarebbe stato impossibile rimanere in spiaggia e che comunque a Mezzavalle non sono consentiti bivacchi o campeggio. Quindi, una lunga fila di bagnanti ha ripreso lo stradello lasciandosi alle spalle l’arenile, operazione completata intorno alle 22.00.

“C’era la necessità di effettuare un controllo capillare visto che erano giunte segnalazioni sul non corretto utilizzo della spiaggia di Mezzavalle nelle ore serali e notturne – spiega la comandante della Polizia locale dorica, Liliana Rovaldi -. Quindi è stato predisposto un servizio mirato con tre pattuglie ed un responsabile del servizio. Abbiamo agito sempre nell’ottica della prevenzione e dell’informazione. Non vogliamo per forza sanzionare ma favorire la comprensione e il rispetto delle regole che sono poste non solo a tutela delle persone ma anche a tutela dell’ambiente. Tanto che siamo scesi volutamente in spiaggia alle 20.00 di sera per incontrare i bagnanti, informarli che non potevano rimanere nelle ore notturne in spiaggia e invitarli ad allontanarsi. Tutto si è svolto nel massimo rispetto e collaborazione. Sono molto soddisfatta di come è stata gestita l’operazione ma soprattutto di come le persone hanno compreso quello che stavamo facendo. Resta inteso che controlli simili saranno effettuati anche nei prossimi giorni e anche nelle altre spiagge anconetane” conclude Rovaldi.

Per quanto riguarda Mezzavalle, il cartello apposto all’accesso della spiaggia ricorda il divieto di campeggiare, bivaccare, pernottare in spiaggia e nelle zone limitrofe; accendere fuochi, abbandonare rifiuti e mozziconi di sigarette, lasciare oggetti abbandonati, accedere con i cani in spiaggia nel periodo estivo. Vietato oltrepassare il limite delle zone interdette e che sono esposte al pericolo dei crolli della falesia, nel tratto orientato sia verso Portonovo, sia verso il Trave. Le sanzioni: l’accensione dei fuochi prevede una multa da 250 a 1500 euro, mente il campeggio abusivo è sanzionato dai 50 ai 300 euro.