In preda al delirio si barrica in casa e ferisce il padre con una mannaia, colpiti anche i militari

Uomo bloccato e disarmato con spray urticante e taiser. Nell’abitazione trovata anche la cocaina

Questa notte, a Montecosaro, un cinquantenne residente in quel centro in preda a delirio e in stato di alterazione psicofisica, probabilmente dovuto all’abuso di sostanze stupefacenti, ha generato il caos.

Prima ha danneggiato il mobilio e le suppellettili all’intereno della propria abitazione, poi si è barricato in casa brandendo una mannaia ed un coltello da cucina che, a seguito improvvisa e violenta escalation di rabbia, ha rivolto nei confronti del padre convivente, un pensionato 84enne che, dopo averlo reiteratamente minacciato di morte, lo ha ferito al capo.

Quindi i militari della Stazione Carabinieri di Montecosaro, attivamente supportati dai colleghi del Nucleo Operativo
e Radiomobile di Civitanova e Macerata, tentato inutilmente ogni tentativo di persuasione e valutata la gravità della situazione ormai compromessa, sono riusciti ad entrare dalla finestra della camera letto posta sul retro della villetta e raggiungere la cucina dove, nonostante l’utilizzo dispositivo spray orticante e pistola Taser, l’uomo continuava dimenarsi agitando il coltello con cui è riuscito ferire lievemente due militari durante la difficile fase di contenimento, tale da rendere necessario l’utilizzo di una ulteriore scarica di Taser prima di essere definitivamente
bloccato e disarmato.

L’interessato è stato immediatamente sedato a cura del personale medico del 118 e trasferito unitamente al padre presso il reparto di Pronto Soccorso dell’ospedale di Civitanova Marche, dove tuttora permangono entrambi per gli accertamenti diagnostico strumentali e terapie, sebbene non versino in pericolo vita.
La perquisizione dell’abitazione ha permesso di recuperare e sequestrare i coltelli, la mannaia ed un tirapugni, oltre a complessivi ventiquattro grammi di cocaina.
L’uomo, al momento piantonato a cura di militari dipendenti, verrà associato alla Casa Circondariale di Ancona Montacuto.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana