In fin di vita per un pugno: colpito perché gay

Umberto Ranieri, 53 anni, é in coma irreversibile all’Ospedale San Giovanni di Roma.

Lotta tra la vita e la morte Umberto Ranieri, l’artista 53enne di origini abruzzesi colpito due sere fa con un pugno al volto alla periferia di Roma (qui il nostro articolo). Secondo quanto si apprende da fonti sanitarie, sarebbe in coma irreversibile.
L’uomo è stato trasportato in condizioni gravissime all’ospedale San Giovanni dov’è tuttora ricoverato. Sulla vicenda indagano i carabinieri per risalire al responsabile. A quanto ricostruito finora, l’artista stava parlando con alcuni giovani e uno di questi, improvvisamente, lo ha colpito con un violento pugno in pieno volto facendolo cadere sull’asfalto dove ha sbattuto violentemente la testa. Gli investigatori stanno raccogliendo testimonianze per capire il motivo dell’aggressione che, al momento, non sembra essere preordinata. Per il Gay Center ci potrebbe essere il movente dell’omofobia. Gli investigatori stanno cercando di rintracciare i ragazzi con cui l’uomo parlava l’altra sera: 4 o 5 di cui due donne. Tra loro anche l’aggressore. (Ansa)

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS