Il Valdichienti vuole la prima vittoria, Adami ha fame di gol

ECCELLENZA – L’attaccante dei calzaturieri verso la sfida casalinga con la Forsempronese: “Questo digiuno ci blocca ma sono sereno, ora è tempo di risalire”. Squadre in campo sabato alle 15

di Michele Raffa

E’ ancora a caccia del primo gol ufficiale con la maglia del Valdichienti Ponte. Un super Rocchi, nella seconda giornata di campionato, lo ha ipnotizzato dagli undici metri negandogli l’urlo di gioia e probabilmente anche i tre punti per la sua squadra. Stiamo parlando di Gianluca Adami, un attaccante che conosce come le proprie tasche questa categoria e soprattutto, è un autentico talismano per le formazioni che lo hanno avuto in rosa. Chiedere principalmente a Montegiorgio e Porto Sant’Elpidio.

Come ogni attaccante che si rispetti, il digiuno da gol può influire molto psicologicamente, ancor più se i risultati della squadra dipendono da uno che viaggia quasi costantemente in doppia cifra e quest’anno è affiancato da un Castellano che ne vanta oltre 50 nelle ultime due stagioni. “Come spesso succede – dice Adami – ci sono momenti positivi e momenti negativi nell’arco di una stagione. Questo è uno di quelli, ma io sono molto sereno. Mi dispiace solo che ne risenta il risultato della squadra“.

E’ vero, sono passate appena tre giornate, forse è presto per fare bilanci, ma questo Valdichienti Ponte, additato dagli addetti ai lavori come il possibile crack del campionato, finora non ha brillato sull’aspetto dei risultati. Troppa ansia nel cercare i primi tre punti? Forse, ma la categoria è l’Eccellenza e inevitabilmente il livello si è alzato e i ragazzi di Giandomenico sono chiamati a fare quanto prima questo step in avanti, non dal punto di vista del gioco (già ben rodato), ma principalmente da un punto di vista mentale. L’anticipo di sabato (ore 15) in casa, a Villa San Filippo contro la Forsempronese, è l’occasione ideale che Adami e compagni non possono lasciarsi sfuggire: “Non sarà affatto facile – prosegue l’attaccante dei calzaturieri – Sfideremo una squadra navigata che sa come approcciare determinate sfide. Ho avuto modo di affrontarla più volte in questi anni e hanno elementi di assoluta qualità, molto bravi nell’uno contro uno e vantano una solidità difensiva invidiabile. Son sicuro che ci daranno del filo da torcere. Dal canto nostro invece, non dovremo commettere gli stessi errori delle gare precedenti. Massima attenzione sulle palle inattive e capitalizzare il nostro gioco che fino ad oggi c’è stato, ma è mancato sempre quel gol che ci permettesse di portare a casa la vittoria. Ora è tempo di risalire“.

Cuccù, Adami, Ruzzier era un tridente molto affiatato lo scorso anno al Porto Sant’Elpidio, quest’anno Giandomenico ripropone Castellano-Adami-Monterubbianesi. Il numero nove quanto si è adattato? “Ormai ci siamo, i meccanismi sono assimilati. Bisogna solo concretizzare. Monterubbianesi è un ragazzo fantastico dotato di enormi capacità, sarà un fondamentale aiuto in fase offensiva soprattutto se inizia a macinare in fase realizzativa. Questa esperienza gli farà molto bene e son sicuro che nella propria carriera si toglierà moltissime soddisfazioni”. Insomma, i tempi sono maturi e questo Valdichienti Ponte è pronto a cogliere una vittoria che in Eccellenza ancora non vuole arrivare.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS