Il turismo del Centritalia a Treia: ancora vento di crisi

La conferenza stampa di Borsa Mula in Provincia. Al centro il sindaco di Treia, Franco Capponi

Terza edizione di BORSA MULA. Federico Scaramucci (Inside Marche): ” Da sisma e pandemia, una doppia ripartenza difficile”

di Maurizio Verdenelli

“I grandi attrattori marchigiani, a cominciare da Loreto, dallo Sferisterio continuando con le Grotte di Frasassi e via elencando, funzionano sempre alla grande. Il problema è che la platea italiana ed europea si è molto ridotta. Se prima della pandemia era piuttosto facile, almeno per alcuni tour operator, organizzare un pullman di turisti sold out, ora nonostante tutti gli sforzi pare non si riesca a metterne insieme più di 20/30 per le medesime, suggestive destinazioni unanimemente definite attrattive”.

A sinistra: Federico Scaramucci

Così Federico Scaramucci, presidente di Inside Marche Incoming, associazione fra tour operator, promotore della terza Borsa per il turismo del Centro Italia. Un acronimo, Mula, ad indicarne le regioni colpite dal sisma del 2016 che tentano ora la carta della ripartenza: Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo.

Al teatro Apollo con i buyers italiani ed europei

Tra le più attive le Marche e fra i comuni, Treia nel cui splendido teatro Apollo, trasformato domenica in una Sala Borsa con buyers italiani ed europei a contrattare nei palchetti, si è consumato l’ultima giornata di un intenso programma partito dal 16 scorso. “Abbiamo organizzato workshop, stand espositivi, degustazioni enogastronomiche delle 4 regioni, tour educational, spettacoli, convegni di approfondimento, eventi, incontri con la stampa, percorsi all’interno dei comuni più interessanti dal punto di vista paesaggistico ed artistico anche e soprattutto per soddisfare la domanda europea sotto il profilo del turismo esperienziale” dice Scaramucci.

Le reti sono state lanciate in mare aperto. Ma, da quello che è emerso nonostante una tale mole di generoso impegno pure istituzionale di Regioni e Comuni (in primo piano Treia), le acque del turismo sono ancora procellose e soprattutto basse in questa difficile doppia ripartenza del Centritalia: da sisma e pandemia. Tanto da far dire a qualche tour operator magari in un attimo di scoramento: “C’è quasi da cambiar mestiere, se continua così…”.

Gli stand a Treia
Nel foyer del teatro Apollo alla Borsa Mula
Luigi Settembri, uno dei promotori di Borsa Mula, con un’operatrice turistica civitanovese: Giusy Paolucci

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia