Il servizio pre-scuola diventa a pagamento: famiglie su tutte le furie

Per l’anno scolastico 2022-2023 il servizio pre-scuola, cioè la possibilità di lasciare i bambini a scuola prima delle 8, diventa a pagamento. E’ quanto comunicato dal Comune di Macerata. La notizia, subito dopo il suono della prima campanella, ha gettato nel panico moltissime famiglie. Il motivo di tale decisione? “Essendo venuta meno l’emergenza sanitaria – si legge in una nota – con conseguente venir meno dei fondi destinati alle misure anti covid, il Comune non attiverà il servizio pre-scuola, facendo confluire il relativo onere sugli istituti scolastici”.

E’ stato affidato alla cooperativa Ea Giovani Impresa Sociale. Ancora non si sa quanto costerà – dipenderà anche dal numero di bambini che chiederanno di entrare prima – ma è certo che il servizio che è sempre stato gratuito ora è diventato a pagamento.

Si tratta di un servizio essenziale per molte famiglie: per chi ha più di un figlio gestire l’entrata a scuola è un problema non indifferente se non si ha la possibilità di una babysitter; tale problematica sta anche per mamme e papà separati che per il periodo di assegnazione dei figli non riescono ad occuparsi da soli dell’ingresso in aula in tempo. Su tutte le furie dunque i genitori degli studenti dell’Istituto Comprensivo Enrico Mestica e dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” che chiedono di ripristinare il servizio gratuito.

E a questo si aggiunge il problema dei riscaldamenti e del caro bollette.

Author:

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS