Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Il Sassoferrato si gode i baby e pensa al Castelfidardo

img
I ragazzini del Sassoferrato

ECCELLENZA – Il dg Apolloni parla della prossima sfida e della crescita della società

di Claudio Comirato

Con l’Atletico Alma abbiamo disputato una brutta partita nonostante l’approccio positivo alla gara ma ora è tempo di pensare al Castelfidardo nostro prossimo avversario“. A parlare è Cristian Apolloni direttore generale del Sassoferrato Genga che poi aggiunge: “Il calendario in queste prime giornate di certo non ci ha dato una mano. Dopo il punto ottenuto contro il Grottammare alla prima di campionato siamo andati ad Ancona poi in casa siamo riusciti a fermare il Porto D’Ascoli. Tutto sommato eravamo soddisfatti in vista della trasferta sul campo dell’Atletico Alma e invece è arrivata questa sconfitta. Un passo indietro rispetto a quanto fatto vedere nelle altre partite di campionato”.

Secondo lei cosa non ha funzionato contro l’Alma: “In fase di riscaldamento Francioni ha lamentato un problema muscolare altri giocatori non erano al top della condiozione. L’approccio alla gara è stato positivo fino al gol dei nostri avversari poi siamo scomparsi dal campo. E’ venuta a mancare la risposta sul piano emotivo e questo è un aspetto che deve far riflettere per una squadra come la nostra che deve cercare di mantenere la categoria”. Alma a parte ora è tempo di pensare al Castelfidardo dell’ex Simone David: “Un brutto cliente per noi ma a questo punto della stagione non possiamo guardare in faccia nessuno. Il Castelfidardo è un’ottima squadra, dovrà fare a meno di Guido Galli l’ex capocannoniere del torneo nella passata stagione fermato dal giudice sportivo ma potrà contare su Shiba l’altro atrtaccante, uno che i gol li ha sempre fatti. A noi servono i punti anche per il fatto che a seguire saremo sul campo della Vigor Senigallia”. Da un paio di giorni sta circolando la voce che il Sassoferrato Genga il 29 ottobre sarà al Curi di Perugia per assistere alla gara di campionato di serie B tra il grifone e l’Ascoli. Cosa ci può dire a tal riguardo? “Con il Perugia calcio da diverso tempo abbiamo iniziato un percorso di collaborazione per quello che riguarda il nostro settore giovanile. L’invito è arrivato e la cosa ci ha fatto davvero piacere. Sarà un momento di festa per il nostro settore giovanile”.

A proposito di settore giovanile, anche quest’anno numeri in crescita in fatto di adesioni: “Abbiamo superato quota 150 iscritti qualcosa in più rispetto alla passata stagione il che significa che la gente del posto sta valorizzando il lavoro che la società porta avanti. Da quest’anno la juniores disputa il campionato regionale, bene gli allievi mentre i giovanissimi hanno vinto le prime due gare di campionato compresa quella sul campo del Fabriano. Una sorta di derby anche se per noi adulti quello che conta non è il risultato ma l’aspetto ludico. Per i ragazzi invece andare a vincere a Fabriano per 7 a 3 è stato motivo di orgoglio”. A proposito di settore giovanile, in prima squadra in pianta stabile c’è un certo Michele Piermattei classe 2003 proveniente proprio dagli allievi del Sassoferrato Genga: “Questo ragazzo per come si applica e l’impegno che mette è un modello da seguire. Dagli allievi dove giocava lo scorso anno è arrivato in prima squadra un percorso che la società ha seguito con un certo interesse. Altri elementi da qui a breve potrebbero imitare quanto fatto da Michele”.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!