“Il mare non è una discarica”: al via la campagna anti-plastica sulle spiagge anconetane

I sindaci Valeria Mancinelli (Ancona) e Stefania Signorini (Falconara)

80 cartelli spiegheranno i tempi di degradazione dei rifiuti plastici

“Il mare non è una discarica”: al via campagna d’informazione su iniziativa dei Comuni di Ancona e Falconara. Prevista l’installazione di 80 cartelli in luoghi balneari tra le due città che spiegano i tempi di degradazione dei rifiuti plastici.

Per degradarsi una bottiglia di plastica ci mette dai 500 ai 1.000 anni, un sacchetto dai 100 ai 300 anni. Assorbenti e pannolini dai 150 ai 200 anni, posate e stoviglie di plastica dai 100 ai 900 anni, mozziconi di sigarette 5-10 anni, fazzoletti di carta due mesi, bottiglie di vetro 1.000 anni. Per far sapere a cittadini e bagnanti quali danni possono provocare all’ambiente se gettano questi rifiuti in mare, i due comuni con i rispettivi Rotary Club hanno avviato una campagna di sensibilizzazione che prevede di esporre 80 cartelli (60×40 cm) in prossimità di spiagge e accessi al mare che riportano i dati preceduti dalla scritta “Il mare non è una discarica”. L’iniziativa è stata illustrata ad Ancona dai sindaci Valeria Mancinelli (Ancona) e Stefania Signorini (Falconara).