Il Grottammare ricomincia…da se stesso

PROMOZIONE – Addii storici come De Cesare e Traini, ma un terno di conferme e giovani di qualità

di Tommaso Bocci

“Ricominciamo da noi”. Questo è lo slogan del Grottammare, che dopo aver realizzato il sogno Promozione, si tuffa decisa nei progetti per la stagione 2024/25, con l’obiettivo di affrontare il campionato ripartendo dai propri eroi e valorizzando la crescita dei giocatori provenienti dal settore giovanile. I ragazzi che avranno l’occasione di splendere in questo sistema eliocentrico biancoceleste saranno: il portiere classe 2006 Leonardo Pallotta, i centrocampisti Yoness Zanibi e Jacopo Guenci, rispettivamente 2005 e 2006, l’esterno diciassettenne Fabio Bellini ed infine il bomber Antonio Ottaviani, talento del 2005 che negli scorsi anni ha già siglato una rete in Promozione e con un po’ di maturata esperienza è ora pronto a rincarare la dose.

La filosofia del Grottammare è certamente nobile ma si fa più adeguata e realista sapendo che i millennials verranno accompagnati in questo percorso da un molti elementi riconfermati. Innanzitutto, è di fondamentale importanza la rinnovata fiducia data a mister Emanuele Poggi e al suo staff tecnico, i quali hanno già dato spazio lo scorso anno ai giovani sopracitati. Proseguendo però sono ben 10 (per ora) le colonne che proseguiranno questo percorso: il numero 1 Alessandro Beni, alla nona stagione con questa maglia, i leader difensivi Stefano Ferrari e Dion Michael Gibbs, i terzini Federico Porfiri e Francesco Donzelli, i centrocampisti Alessandro Medori, Simone Franchi e Simone Polini ed i fantasisti offensivi dominatori della Prima Categoria Davide Pomili e Paolo Di Nicolò.

Riguardo agli addii invece, il più dolorosi sono sicuramenti quelli già annunciati di: Nicolò De Cesare e Davide Traini, vere e proprie bandiere del club, a cui si aggiungono le appena confermate partenze di: Alessandro Mattioli, Simone Liberati, Teo Camela, Zaccaria Genovese, Marco Marcelli e Joaquin Martiarena Martinez, ringraziati dalla società per il loro apporto al Grottammare.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS