Il Fossombrone sbatte sul muro del Castelfidardo

ECCELLENZA – Al Mancini i blucerchiati ci credono di più ma il risultato non si sblocca dallo 0 a 0

Sbadigli e tanto agonismo, al Mancini di Castelfidardo il risultato non si sblocca nell’arco dei novanta minuti e i padroni di casa strappano l’ennesimo pareggio, terzo consecutivo, questa volta contro il più quotato Fossombrone che ha trovato non poche difficoltà nello scardinare la retroguardia dei padroni di casa dovendosi accontentare quindi di un punto nella tana della penultima in classifica. Ci ha provato in tutti i modi la formazione blucerchiata a trovare la soluzione ideale per poter colpire. Dai corner soprattutto, ma prima David ci mette i guantoni e poi un colpo di testa in solitaria di Urso che non trova la porta. Il Castelfidardo fatica a uscire e a costruire gioco tanto da indignare anche i tifosi che non solo chiedono la testa della società, ma questa volta si chiudono in un silenzio di protesta che dura esattamente cinque minuti invitando sarcasticamente mister Giuliodori a mischiare le squadre tra primo e secondo tempo per evitare una sconfitta.

E allora i biancoverdi accolgono l’invito e nella ripresa rientrano più decisi. E’ infatti il Castelfidardo che spinge e schiaccia un po’ il Fossombrone. Una buona chance ce l’ha Ristovsy al quarto d’ora per riscattare una performance così così, ma da buona posizione, dal suo sinistro parte una conclusione lentissima e da dimenticare. L’ultimo quarto d’ora è forcing Forsempronese. Alla prima vera spinta della ripresa da parte dei blucerchiati, arriva la più ghiotta chance della partita:  gran cross di Mea per la testa di Loberti che taglia da centravanti vero e per un soffio non inquadra la porta. Mani nei capelli per lui. Questo è stato l’ultimo squillo di una partita che non ha regalato grosse emozioni con la Forsempronese, apparsa tatticamente di un livello superiore al Castelfidardo, ma che ha sbattuto contro un Castelfidardo non bello da vedere ma coriaceo in fase difensiva. La classifica non smuove il Castelfidardo che resta al penultimo posto, mentre i blucerchiati rallentano la corsa verso i piani altissimi della classifica.

Il tabellino

CASTELFIDARDO – FORSEMPRONESE 0-0

CASTELFIDARDO (4-3-2-1): David; Coppi, Fabiani, Ruiz, Fermani; Cesca, Francesconi (37’st Guella), Ristovsky; Selita (7’st Crescenzi), Achaval (29’st Suarato); Cognigni. All. Giuliodori.

FORSEMPRONESE (4-3-3): Marcantognini; Riggioni, Rosetti,  Urso, Mea; Conti, Pandolfi R. (44’st Bucchi), Palazzi (24’st Fraternali); Loberti (17’st Pandolfi L.), Pagliari, Battisti. All. Fucili.

Arbitro: Bini di Macerata.

NOTE. Ammoniti: Pagliari (F), Conti (F), Crescenzi (C), Fabiani (C). Espulso: 19’st Niccolini (dalla panchina per proteste). Recupero: 1′-4′. Spettatori: 200 circa.

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS