Il figlio di Cassio Morosetti: “Mio padre non voleva che la fontana venisse rasa al suolo”

JESI – L’intervento di Roberto in merito al trasferimento della Fontana dei Leoni

di Marica Massaccesi

Questo non è “Riportare la fontana in Piazza della Repubblica”, questo è “Demolire la fontana dei leoni e costruirne una praticamente da zero in Piazza della Repubblica”. Roberto Morosetti, figlio del noto fumettista Cassio Morosetti deceduto a marzo 2020, interviene duramente su come si stanno svolgendo i lavori per spostare la Fontana dei Leoni a Jesi.

“Sono certo che non intendeva questo mio padre con le parole del testamento – continua Roberto Morosetti – non desiderava certo che la fontana, custode dei suoi ricordi jesini e ammantata dell’aura del tempo, venisse rasa al suolo. Non gliene sarebbe importato nulla di una fontana nuova (praticamente un simulacro di quella originale) e sono parecchio incazzato anch’io per come sono andate le cose”. E ancora: “Inoltre è giusto che lo dica: ho parlato brevemente con l’esecutrice testamentaria e a questo punto non è per niente scontato che lei e il tribunale di Milano, che deve ratificarne l’azione, riterranno esaudite le volontà di mio padre. E se la cosa non verrà giudicata ‘Spostamento’ ma ‘Rifacimento’ il lascito verrà dirottato alle associazioni di beneficenza’. Se l’operazione non sarà conclusa entro luglio 2021 il lascito di Cassio Morosetti sarà indirizzato alla ‘Fondazione Opera San Francesco per i poveri’ di Milano, al ‘Pane quotidiano’ di Milano Viale Toscana e alla ‘Lega del Filo d’Oro’ di Osimo. L’operazione e il relativo progetto – conclude il figlio – andavano preliminarmente discussi con l’esecutrice testamentaria, e se un vero ‘spostamento’ non si poteva fare, non lo si faceva. Di una triste ‘fontana nuova’ non se ne fa niente nessuno, né mio padre, né io, né il Comune, né la cittadinanza, che a questo punto spero vivamente riesca a fermare i lavori”.

Il lungo commento lasciato sui social dal figlio di Morosetti è stato ripreso dal gruppo Piazza libera che da mesi si oppone allo spostamento. “Le parole del figlio di Morosetti sono molto chiare, è molto probabile che oltre ad essere senza piazze per non si sa quanto, oltre a non avere più la Fontana dei Leoni – scrive su Facebook il Comitato Piazza Libera – saremo noi tutti a pagare questo scempio, senza nessun tesoretto da spendere per Jesi. Oltre il danno, la beffa. Cari amici, aiutateci a far conoscere la verità a tutti i cittadini, anche a quelli che non seguono i social, facciamo ognuno del nostro meglio per fermare questa follia! Resta il fatto che l’arroganza, la superficialità e è il pressappochismo con cui l’amministrazione comunale ha gestito tutta questa storia lascia veramente senza parole”.

error: Contenuto protetto !!