Il Fano sprofonda in trasferta

SERIE C – Sconfitta secca a Legnago, la squadra di Destro mai davvero in partita

Rotonda sconfitta per il Fano che cade 3-0 allo Stadio

Terza partita in una settimana per gli uomini di Destro che tengono il punteggio soltanto dieci minuti. Fa tutto bene Bondiol che si gira in area, conclude e realizza un bel gol per il vantaggio della sua squadra. Granata in difficoltà, soprattutto nella fase offensiva. Il secondo gol casalingo non tarda ad arrivare. Al ventottesimo azione incredibile di Lazarevic sulla fascia che prima scatta in velocità palla al piede, poi cattura l’attenzione della difesa ed è bravo a servire solo in area Chakir: l’attaccante, a tu per tu con il portiere, non può che realizzare. E non c’è due senza tre, per un primo tempo shock dei marchigiani. Al 33′ ottima azione di contropiede della squadra di casa, Chakir tenta la rovesciata in area, palla sui piedi di Lazarevic che al volo sigla il tris. Destro opta per due sostituzioni riparative ed almeno trova un’occasione con Nepi che mette sul fondo un pallone con un colpo di tacco.

Nella ripresa i ritmi si abbassano, il Legnago gestisce la partita non subendo praticamente mai vere imboscate dal parte del Fano. Al 69′ si sveglia la squadra ospite con  Heatley prova la conclusione da fuori area. Ottima l’idea, pessima l’esecuzione. L’ultima grande occasione per tornare in partita arriva all’ottantunesimo: colpo di testa a botta sicura di un giocatore del Fano nella mischia e arriva il riflesso pazzesco del portiere Pizzignacco che devia la palla. Qui si spengono davvero le speranze della squadra di Destro. Importante esordio per Colella che trova una vittoria fondamentale per la lotta salvezza. Deve sicuramente riordinare le idee il Fano, quasi mai in partita nell’arco dei 90 minuti.

Deluso a fine gara il presidente Fattò Offidani: “Sono deluso profondamente e credo dobbiamo chiedere scusa a tutti i tifosi dell’Alma, per questa prestazione che mi impedisce in toto di esprimere le solite parole d’elogio per lo spirito ed abnegazione: non ci possiamo permettere di affrontare una sfida del genere con questo atteggiamento, molli, insicuri, fisicamente sovrastati e superati su ogni seconda palla, abbiamo reso possibile la resurrezione di una avversaria diretta per la salvezza che non ha dovuto far altro che entrare in campo col coltello tra i denti, senza fronzoli e pensando solo a battagliare, mentre noi abbiamo letteralmente regalato loro il primo tempo, completamente imbambolati nelle occasioni delle tre reti ed impalpabili quando dovevamo offendere: una resa del genere senza neanche scendere in campo non è più ammissibile, dobbiamo dimostrare immediatamente contro l’Arezzo che non siamo così, al di là della tattica strategia o uomini in campo, oramai non ci sono più alibi o prove d’appello, spero che ognuno di noi ne abbia coscienza. Questa è la Lega Pro e la prima dote necessaria è la cattiveria agonistica unita alla tenuta e forza mentale, tutto il resto è una conseguenza: avanti ragazzi. Forza, non molliamo! Dopo uno schiaffo del genere c’è solo da compattarsi, guardandosi negli occhi, l’occasione di dimostrare in campo che siamo di altra pasta è già qui, mercoledì in casa contro l’Arezzo”.

LEGNAGO – FANO 3-0

LEGNAGO (4-3-2-1): Pizzignacco; Zanoli, Bondioli, Perna (27’st Pellizzari), Girgi; Giacobbe (19’st Laurenti), Lovisa, Bulevardi; Chakir (19’st Antonelli), Lazarevic (1’st Morselli); Buric (10’st Grandolfo). A disposizione: Corvi, Ricciardi, Stefanelli, Yabre, Rolfini, Ruggero, Mazzali. Allenatore: Giovanni Colella.

FANO (3-5-2): Viscovo; Cason, Brero (35’pt Nepi), Bruno; Rodio, Scimia (35’pt Marino), Gentile (10’st Flores), Carpani, Monti; Barbuti (16’st Sarli), Ferrara (1’st Paolini). A disposizione: Meli, Cargnelutti, Mainardi, Martella, Busini, Bernardini. Allenatore: Flavio Destro.

ARBITRO: Vergaro di Bari (Testi-Lencioni).

RETI: 10’pt Bondioli, 28’pt Chakir , 33’pt Lazarevic

NOTE: ammoniti Scimia (F), Brero (F), Bruno (F), Carpani (F), Antonelli (L), Grandolfo (L). Angoli 4-1. Recupero: pt 1’, st 3’.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia