“Il Fano giocherà le gare casalinghe presso altra struttura, nessun ripescaggio in D per colpa del comune”

L’ennesimo, discutibile, intervento del presidente Guida, pieno zeppo di mancanze. La domanda, in primis, era impossibile perché i calciatori sono cinque mesi indietro con gli stipendi. Alma in Eccellenza?

Nessuna domanda di ripescaggio in D, colpe scaricate ad altri, ma la ferma idea di fare l’Eccellenza fuori dalla città. Ennesimo discutibile intervento del presidente dell’Alma Juventus Fano Salvatore Guida, un comunicato che fa acqua ma che riportiamo fedelmente.

“L’Alma Juventus Fano 1906, in persona del Presidente Salvatore Guida, intende precisare quanto segue: il club, per la prossima stagione, giocherà le partite casalinghe presso altra struttura, stante la presa di posizione del sindaco di Fano e della sua Giunta di favorire terzi imprenditori non meglio identificati. L’Alma Juventus Fano 1906 è una società di capitale, non una partecipata della Giunta, e si iscriverà nonostante gli atti ostativi posti in essere. Si informa, altresì, che dolorosamente non si è provveduto all’istanza di ripescaggio in serie D poiché sarebbe impensabile affrontare il massimo campionato dilettantistico senza un impianto di gioco per le partite casalinghe (in primis, però, bisognava ottenere le liberatorie di tutti i calciatori, la maggior parte dei quali avanzava ben cinque stipendi mai incassati, ndr)”.

“Sono molto amareggiato poiché, nonostante io abbia fornito i documenti attestanti l’infondatezza delle doglianze del Comune, circa il nulla osta dello stadio Mancini, alle istituzioni ed a tutte le testate giornalistiche locali (non ci risulta, alla nostra redazione molto attenta a tutto il calcio marchigiano non ha spedito un bel nulla, ndr), solo il Resto del Carlino mi ha dato voce. Quel che si sta perpetrando ai danni del Club è un attacco vile vergognoso e farò tutto ciò che è nelle mie facoltà per tutelare l’Alma Juventus Fano 1906 contro ogni atto di prevaricazione”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS