Il dottor Di Saverio del ‘Madonna del Soccorso’ è tra i migliori ricercatori al mondo

La classifica dell’ Università di Stantford

Importante riconoscimento per il dottor Salomone Di Saverio, direttore del reparto di chirurgia generale dell’ospedale civile Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto che risulta essere tra i migliori ricercatori al mondo.

L’ Università di Stanford ha pubblicato l’aggiornamento della “World’s 2% Top Scientists”, la prestigiosa classifica dei ricercatori che si distinguono a livello mondiale per autorevolezza scientifica, sulla base del numero di pubblicazioni e di citazioni nelle relative aree disciplinari.

Le aree scientifiche esaminate sono state 22, suddivise in 174 sottocategorie. I dati analizzati erano aggiornati al 1 ottobre 2023 e sono stati raccolti tramite Scopus, uno dei database più importanti al mondo per le pubblicazioni scientifiche.

In questa nuova edizione della classifica sono inclusi molti medici e chirurghi italiani, che prestano servizio nelle Università Italiane e nel Servizio sanitario nazionale. Molti di questi lavorano nelle strutture della Regione Marche tra cui, quello del dr. Salomone Di Saverio, Direttore della Chirurgia del P.O Madonna del Soccorso di San Benedetto che porta lustro all’Ast Ascoli Piceno.

Nello specifico, sono stati pubblicati due ranking: il primo basato sull’intera carriera dei ricercatori e il secondo riferito al solo anno 2022. Nella classifica riferita al solo anno 2022, vi sono 153 chirurghi Italiani e Di Saverio risulta essere al 6° posto dopo nomi autorevoli che operano presso strutture sanitarie di dimensioni maggiori e con vocazione universitaria o di ricerca.
Guardando la graduatoria basata sull’intera carriera dei ricercatori, ove si trovano 68 chirurghi italiani, Di Saverio si è posizionato in graduatoria come 16°, un poco al di sotto del prof. Antonio Daniele Pinna (collocato 8° posto), che il dr. Di Saverio qualifica come suo Maestro per tutto il periodo in cui ha operato presso il Policlinico S. Orsola di Bologna.

“Sono soddisfatto – commenta il dott. Di Saverio– di essere entrato in questa prestigiosa graduatoria per il secondo anno consecutivo. Questo è il risultato di anni di esperienza all’estero (Sudafrica, Bristol, Cambridge) e in altre aziende (ASST Settelaghi in Lombardia, Bologna) e dell’impegno profuso da quando sono all’AST di Ascoli. Sono fermamente convinto che la qualità delle moderne cure chirurgiche non possa prescindere dall’aggiornamento professionale e dalla ricerca scientifica.
Tutto quello che si fa in sala operatoria e in reparto si deve basare su una rigorosa preparazione e background culturale evidence-based ed aggiornato secondo la scienza più recente. Il binomio Struttura ospedaliera e valore dei singoli professionisti sono entrambi elementi che i pazienti dovrebbero tenere in considerazione quando scelgono dove e da chi farsi operare. E i due ospedali dell’AST Ascoli Piceno sono in grado di offrire ottime tecnologie e strumentazioni all’avanguardia ai loro pazienti, come ho sempre sostenuto, senza avere nulla da invidiare a centri di eccellenza in cui in passato ho lavorato”.

“Il riconoscimento internazionale -dice il direttore generale dr.ssa Nicoletta Natalini– frutto della qualità e della quantità dell’attività di ricerca svolta dal dr. Di Saverio e dalla sua equipe, porta alle luci della ribalta tutta l’AST di Ascoli Piceno presso cui il medico opera. Azienda che, benchè territoriale e con preminente vocazione assistenziale, dimostra di tenere in altissimo riconoscimento l’attività di ricerca che discende dall’attività clinica svolta quotidianamente.

La ricerca -aggiunge il direttore Natalini- ci permette di stare al passo con i tempi ed essere tra i protagonisti nel campo dell’innovazione e dello sviluppo. Il riconoscimento può essere considerato come indice indiretto ma tangibile di elevata qualità assistenziale, competenza professionale di cui tutti i cittadini del Piceno devono essere orgogliosi e fiduciosi nell’affidarsi per le loro necessità cliniche chirurgiche”.

Author:

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS