Il doppio ex Monaco: “Occhio Ancona, la Lucchese non farà certo barricate”

Francesco Monaco (foto tratta dal libro Orgogliosamente Ancona)

SERIE C – L’ex tecnico dorico gioca la sua personalissima partita: “Sono due squadre che amano giocare a calcio, nel capoluogo marchigiano ho lasciato bei ricordi”

Quella di sabato al Del Conero non sarà una partita come le altre per Francesco Monaco, al punto tale che alla domanda per quale squadra farà il tifo il tecnico non esita a trovare una risposta quanto mai diplomatica: “Con una mano terrò la bandiera dell’Ancona con l’altra quella della Lucchese. Sono talmente legate a queste due piazze che non riuscirei a fare una scelta”.

Effettivamente basta fare un passo indietro nel tempo per rendersi conto di come Francesco Monaco abbia radici profonde sia in Toscana che in quel di Ancona: “A Lucca come giocatore ho avuto la fortuna di vivere la cavalcata che ha visto la squadra passare dalla serie C2 alla serie B. Ho vinto anche una Coppa Italia. Sempre a Lucca ho iniziato ad allenare ero il vice di Orrico, il tecnico che ha poi guidato l’Inter. Due anni sono riuscito a vincere il campionato di serie D portando la Lucchese in Serie C. Una grande soddisfazione per una piazza innamorata di questi colori”.

Lucca a parte, anche ad Ancona lei ha lasciato un bel ricordo. “Il primo anno ci salvammo ai playout vincendo lo scontro diretto con il Teramo. L’anno successivo, sempre in serie C, partimmo senza i favori del pronostico e ci ritrovammo in corsa per la serie B. Dopo aver superato il Perugia abbiamo battuto anche il Taranto dei grandi nomi. Eravamo una bella squadra poi la società decise di riconfermarmi anche l’anno successivo in serie B fino alla partita di Pisa nel girone di ritorno dove venni sostituito da Salvioni. Ad Ancona ho lasciato dei bei ricordi, periodicamente mi sento con Sergio Schiavoni e Claudio Vignoni”.

Sabato al Del Conero sarà di scena la Lucchese che lei nel settembre del 2007 ha battuto per 2 a 0. “Quella partita me la ricordo bene, la Lucchese era squadra quadrata, difficile da affrontare con ottime individualità. Noi disputammo una gara perfetta, Mastronunzio segnò i primi due gol con la maglia dell’Ancona. Una vittoria meritata per quello che riuscimmo a fare in mezzo al campo”. Che gara si aspetta sabato al Del Conero? “Ancona e Lucchese sono due squadre che amano giocare a calcio, entrambe dispongono di giocatori di categoria ma anche giovani di belle speranze. L’Ancona cercherà la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta con il Pontedera ma dovrà fare attenzione a questa Lucchese che di certo non farà barricate”.

Cosa fa ora Francesco Monaco? “Sono alla guida del Foligno, formazione umbra che milita nel campionato di Serie D. In coppa siamo partiti bene superando l’Arezzo, ma in campionato il debutto contro il Montespaccato è stato negativo”.

 

LEGGI QUI ALTRE NEWS DALLA PROVINCIA

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi