Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Il Cup la manda all’ospedale di Fabriano per una spirometria, ma non c’è il macchinario adatto per farla

img

La donna aveva prenotato una visita pneumologica da eseguire con la tecnica pletismografica

Le prenotano una visita specialistica tramite Cup all’ospedale di Fabriano, ma quando arriva sul posto le dicono che quel tipo di prestazione non può essere eseguita perchè non hanno il macchinario.

Protagonista dell’intera vicenda Sabrina Cardoni che nei giorni scorsi tramite il Cup aveva prenotato per il figlio una visita pneumologica con spirometria da eseguire con la tecnica pletismografica, come la stessa signora racconta sulla pagina Facebook Sei de Ancona se…

Versione poi confermata alla nostra testata dalla diretta interessata nella giornata di ieri. Al momento della prenotazione, il Cup per questo tipo di prestazione le aveva offerto oltre alla sede di Fabriano la possibilità di recarsi all’ospedale di Civitanova Marche. La scelta è ricaduta proprio su Fabriano per il semplice fatto che l’appuntamento aveva dei tempi di attesa più brevi rispetto a quelli di Civitanova Marche. Per fissare questo appuntamento è stato necessario trascorrere oltre un ora al telefono proprio a causa delle linee intasate. Nonostante la chiarezza nel richiedere la prestazione sanitaria da effettuare, l’operatore di turno non ha esitato ad indicare le due sedi dove sarebbe stato possibile effettuare questa visita specialistica. Ma il bello deve ancora avvenire per il semplice fatto che quando questa mamma dopo un’ora di macchina si è presentata all’ospedale di Fabriano, il medico del reparto le ha riferito che questo tipo di prestazione non era possibile da svolgere per il semplice fatto che il presidio ospedaliero in questione non disponeva del macchinario necessario. Una delusione, ma anche un senso di presa in giro con la donna che dopo l’attesa telefonica di oltre un’ ora per fissare l’esame si è sobbarcata anche un viaggio in macchina della durata di due ore tra andata e ritorno. Una vera e propria beffa per chi magari si era anche preso un giorno di permesso per recarsi all’ospedale di Fabriano.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!