Il Covid19 segna il passo ma al pronto soccorso di Torrette resta l’emergenza

Ancora letti riservati ai contagiati. I pazienti negativi vengono spostati nelle tende da campo davanti al nosocomio

Con il passare dei giorni sono diminuiti in modo evidente i casi di contagio da Covid 19 ma al pronto soccorso di Torrette resta l’emergenza legata alla logistica ma anche alla presenza di alcuni posti letto riservati proprio al Covid19, ma andiamo con ordine.

Da un paio di settimane a questa parte infatti è calato il numero degli accessi dei pazienti affetti da Covid19 ma con la fase 2 ha ripreso vigore l’infortunistica stradale in genere così come non mancano quei pazienti con patologie che nulla hanno a che vedere con il pronto soccorso ma che ci si recano ugualmente. Se nella fase 1 queste persone rimanevano a casa proprio per la paura del contagio, con la fase 2 hanno iniziato a rifrequentare il pronto soccorso anche 2 volte alla settimana.

I problemi per il personale, in modo particolare per quello del triage, riguardano proprio la collocazione dei pazienti che necessitano di un periodo di osservazione ospedaliera. Un settore del pronto soccorso con tanto di posti letto al momento è riservato proprio all’accoglienza di quei pazienti positivi al Covid 19 o presenti tali. Con l’aumento degli accessi per patologie non legate al Covid nell’ultima settimana l’osservazione si è spostata fuori dal pronto soccorso con i pazienti che sono stati appoggiati nelle tende montate tempo addietro dalla Protezione Civile nel piazzale antistante il pronto soccorso di Torrette. Tale struttura a metà settimana è arrivata al punto di accogliere una decina di persone tutte per patologie non riconducibili al Covid.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia