Il Covid torna a serpeggiare nelle case di riposo

Si alza il livello di prevenzione, la variante Eris contagia gli over 60 ma è comunque a basso rischio per la salute pubblica: i numeri delle ultime settimane

La situazione è sotto controllo, non ci sono problemi di sorta ma il Covid dall’inizio del mese di settembre ha ricominciato a circolare. La variante più diffusa secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità è la variante Eris detta anche variante EG5. Una variante definita piuttosta contagiosa ma che è stata classificata a basso rischio per la salute pubblica. I soggetti maggiormente colpiti sono over 60 basti che all’Inrca di Ancona la scorsa settimana si sono avuti 20 ricoveri mentre all’ospedale di Torrette i ricoverati sono 7 di cui uno in terapia intensiva. Nella settimana compresa tra il 6 e il 12 settembre sono stati rilevati 223 tamponi positivi.

Dati che non devono creare nessun tipo di allarmismo anche per il fatto che all’ospedale di Torrette sono pronti a gestire qualsiasi situazione legata al Covid vista anche l’esperienza maturata negli anni passati in piena pandemia. Ricoverati che al momento sembrano avere un quadro clinico piuttosto confortante al punto tale che alcuni di questi stanno per essere dimessi. Una variante che colpisce prevalentemente persone anziane, un particolare questo che non è sfuggito nelle rsa e nelle case di riposo che pur lasciando aperte le strutture per le visite da parte di parenti ed amici hanno alzato l’asticella in fatto di prevenzione.

Strutture che da una settimana a questa parte rendono obbligatorio per l’accesso all’interno dei locali la mascherina Ffp2 proprio per garantire una maggiore tutela nei confronti di questi anziani cosi come si chiede agli stessi familiari di diradare le visite evitando peraltro di far uscire i parenti per pranzi o cene fuori dalla struttura. Case di riposo e rsa che fino a questo punto sono riuscite a gestire all’interno i casi di Covid isolando i pazienti in stanze singole.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS