Il Covid si porta via “Donna Rosa”, icona storica della ristorazione

La nota ristoratrice di Roccafluvione si è spenta all’ospedale di Fermo

E’ morta all’età di 86 anni Rosa Fedeli, storica ristoratrice del Piceno. Fondatrice del ristorante “Donna Rosa” di Roccafluvione aveva contratto il Coronavirus soltanto qualche settimana fa, sembrava non avere sintomi particolarmente gravi, almeno fino a ieri quando le sue condizioni sono peggiorate. E’ scattato il ricovero in terapia intensiva all’ospedale Murri di Fermo (leggi). Nel primo pomeriggio di oggi (23 settembre) la situazione è precipitata; l’86enne non ce l’ha fatta.

 

Lascia i figli Liviana e Tonino Scipioni. Lo scorso 14 settembre la sua famiglia, attraverso le pagine social del ristorante, aveva comunicato la positività della donna annunciando come l’86enne fosse già in isolamento volontario. In quella comunicazione era stato specificato che Rosa Fedeli non accusava alcun sintomo. Per precauzione e rispetto nei confronti di dipendenti e clienti era stata anche annunciata la temporanea sospensione delle attività del ristorante. Nei giorni successivi però le condizioni della donna sono peggiorate e per questo motivo era stato predisposto il ricovero all’ospedale Murri di Fermo.

Tutto il paese è in lutto per la scomparsa della storica ristoratrice.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi