Il Covid non ferma la solidarietà: nuova iniziativa per le famiglie in difficoltà

CIVITANOVA – Tanti ristoranti e aziende hanno aderito

Fervono i preparativi per il consueto pranzo di Natale che quest’anno, purtroppo, non verrà vissuto insieme, ma verrà consegnato la mattina per essere consumato a casa propria. Alle oltre trecento persone che hanno già aderito (per ragioni organizzative le prenotazioni sono chiuse), il 25 dicembre la vicinanza dei volontari si renderà concreta con le pietanze preparate con cura e distribuite (antipasto, primo, secondo, contorno e dolce). Molti i ristoranti ed aziende che preparano e contribuiscono come ogni anno.

“Ringrazio tutti quelli che hanno lavorato e contribuito insieme all’Amministrazione per cambiare veste alle iniziative storiche e rendere possibile anche nel 2020 quello che sembrava impossibile” – commenta l’assessore Barbara Capponi – “Quest’anno gli impegni economici dell’assessorato sono stati ancora più ingenti, in virtù del numero crescente delle famiglie assistite insieme e per la presenza di un nuovo attore nel protocollo quale la Svau. Sono stati infatti 65.000 euro quelli previsti per il nuovo accordo a tre a cui si sommano i 35.000 euro di Natale di solidarietà.
Un atto di forte volontà per sostenere le famiglie tramite una sinergia di azioni concrete e di valori con le associazioni che da anni si contraddistinguono nel territorio per il loro lavoro serio e appassionato di prossimità a chiunque abbia bisogno di aiuto. Siamo orgogliosi di questa collaborazione. Stiamo già lavorando tutti insieme per la raccolta di dolciumi da distribuire ai bambini delle nostre famiglie assistite in occasione della Epifania. Siamo certi che anche stavolta i civitanovesi si faranno in quattro per donare un dolcetto e un sorriso ai nostri piccoli”.

La coordinatrice della Caritas, Barbara Moschettoni, fa il punto della situazione: “Ci stiamo avvicinando al Natale e in questo particolare anno, segnato dall’emergenza sanitaria e dalla sofferenza, la Caritas sta vivendo un rinnovato ed operoso spirito della solidarietà cristiana, accogliendo l’invito contenuto nell’ultima enciclica di Papa Francesco. “Fratelli tutti”. In questa occasione, vogliamo ringraziare di cuore, a nome dell’Arcivescovo, mons. Rocco Pennacchio, del direttore della Caritas diocesana don Pietro Orazi, di tutte le Parrocchie di Civitanova e di tutti i Volontari della Caritas, i tanti civitanovesi, associazioni e imprenditori che, attraverso le donazioni di generi alimentari e di natura economica, stanno contribuendo in modo straordinario ad aiutare le tante famiglie che si rivolgono alla struttura di via Parini”.

“Dagli inizi dell’Emergenza Covid19 ad oggi il Centro Caritas di Civitanova Marche ha accolto oltre 600 richieste di assistenza da parte di famiglie e singoli della nostra città che vivono situazioni di particolare criticità sociale ed economica” – continua Moschettoni.
“Il servizio distribuzione supporta 450 famiglie, per un totale di 1780 persone con una media di 95 pacchi alimentari a settimana e dei massimi di oltre 140 pacchi al giorno registrati in queste ultime settimane precedenti il Natale. La mensa, nonostante le restrizioni e l’impossibilità di accogliere gli Ospiti presso i locali della Struttura, si adopera nella preparazione di pietanze d’asporto con una media di 750 pasti al mese. E’ ancora attiva la raccolta alimentare presso i supermercati della città e con l’occasione stiamo promuovendo una donazione speciale per la “Befana” (calze con dolciumi da regalare ai bambini).
Un grazie speciale ai tanti volontari e agli ospiti che si stanno quotidianamente prodigando affinché i servizi del Centro siano all’altezza delle tante necessità.
Ringraziamo Barbara Capponi, assessore al Welfare politiche sociali del comune di Civitanova Marche, con la quale prosegue la collaborazione e la sinergia per le attività che stiamo svolgendo”.

La Caritas proprio in questi giorni sta distribuendo i buoni spesa natalizi messi a disposizione dell’amministrazione comunale affinché possano raggiungere i singoli e le famiglie bisognose della nostra città prima dei giorni di festa.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi