Il Comune incarica l’archistar Canali per il restyling del Ballarin

A sinistra l'archistar Canali, a destra la curva sud del Ballarin

Un successivo stralcio prevederà di ampliare la riqualificazione  alla pineta dei Funai e alla rotatoria Merlini

L’ex stadio Ballarin verrà riqualificato con 2 milioni e 440 mila euro di fondi stanziati dallo Stato. Il progetto di restyling viene affidato all’archistar Guido Canali. Il dirigente del settore Lavori pubblici del Comune di San Benedetto del Tronto sta preparando l’atto per conferire l’incarico per la progettazione all’architetto di Parma. Successivamente l’amministrazione comunale procederà alla variazione di bilancio in  Consiglio per destinare 139mila euro per la progettazione. Dopo le fibrillazioni, la maggioranza ha raggiunto l’intesa durante la riunione di giovedì 4 agosto dei consiglieri e degli assessori,  convocata dal sindaco Antonio Spazzafumo.

Sul tema della riqualificazione dell’ex-campo sportivo “F.lli Ballarin”, a relazionare all’assemblea è stato il consigliere comunale Gino Micozzi, che ha illustrato come la visita dell’architetto Guido Canali sia inizialmente scaturita da una volontà del professionista di conoscere non solo l’area interessata dagli interventi, ma la realtà urbana circostante.

Dopo un approfondito sopralluogo, che ha richiesto diverse ore, l’architetto Canali ha dato un’idea di massima di una prima visione progettuale: la realizzazione di uno “scrigno”, che conservi il verde pubblico e ne protegga la bellezza rispetto alla strada nelle immediate vicinanze e al paesaggio urbano. Canali ha inoltre chiesto all’Amministrazione comunale di indicare delle linee di massima di ciò che vorrebbe realizzare, in modo da guidarlo nello sviluppo di una prima proposta, che potrebbe essere sul tavolo dell’Amministrazione comunale già nel mese di settembre.

Infine, all’assemblea è stato prospettata la possibilità di estendere il progetto su un’area più vasta, comprendente anche la pineta dei Funai e la rotatoria, la cui realizzazione sarà oggetto di futuri interventi a completamento dell’ingresso nord della città, attraverso una più ampia serie di opere che riqualificherebbero tutta la zona.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana