Il Cns realizzerà sistemi di ventilazione sulle 164 Sae che hanno presentato problemi

Controlli strumentali su tutte le 1913 casette realizzate dal consorzio nel cratere

La realizzazione di un sistema di ventilazione sulle 164 SAE che hanno presentato ammaloramenti e controlli strumentali su tutte le 1.913 soluzioni abitative realizzate nell’area del cratere da CNS.

E’ questa la decisione presa all’unanimità giovedì mattina nel corso di una riunione svolta a Roma su iniziativa del Dipartimento della Protezione Civile. All’incontro presieduto dal Capo Dipartimento, Angelo Borrelli, oltre ai rappresentanti dell’azienda hanno partecipato le regioni Marche, Umbria e Lazio, i sindaci dei comuni interessati e il coordinatore dei comitati Terremoto Centro Italia.

La scelta di CNS, di realizzare un sistema di ventilazione alla base delle SAE è stata individuata dagli esperti, tra cui quelli del Politecnico di Milano, incaricati dall’azienda di analizzare e offrire possibili soluzioni alla presenza di muffe in alcune aree SAE. 
La soluzione scelta risulta, inoltre, la meno invasiva tra quelle esaminate ed è realizzabile senza richiedere l’allontanamento dei residenti dalle SAE.

I controlli strumentali su tutte le altre SAE saranno condotti da CNS a partire dal prossimo 21 gennaio e richiederanno un tempo massimo di 8 settimane.
Ogni costo relativo agli interventi necessari al ripristino delle SAE, alla realizzazione del sistema di ventilazione e all’eventuale assistenza alla popolazione sarà a carico di CNS.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS