Il Cesena scherza col fuoco e la Fermana ne approfitta

SERIE C – Punto che pesa per i canarini, 1-1 su paperissima di Tozzo. Palo per i romagnoli e occasioni sprecate nonostante fossero in 10 per rosso a Ciofi al 55′: i canarini rischiano ma godono

Ha fatto tutto il Cesena, o quasi. E la Reggiana gode assieme alla…Fermana. In vetta va in fuga la squadra di Diana che ringrazia quella di Protti che ringrazia quella di…Toscano che adesso può piangere a -7. I romagnoli hanno scherzato col fuoco, hanno gigioneggiato, hanno sbagliato tanto, forse tutto, nonostante il fortunoso vantaggio in avvio – gollonzo di De Rose su deviazione di Pellizzari -. Poi, però, ai bianconeri è mancato il colpo del k.o. e a nulla sono valse le avvisagli di fine primo tempo.

Quali? Le continue dormite difensive e la clamorosa rete mancata da Fischnaller a un passo dalla pausa, lanciato in porta da un maldestro buco di Prestia. Toscano all’intervallo non ha saputo catechizzare i suoi a dovere, e infatti Shpendi ha fatto come Fischnaller – paratissima di Borghetto a rimediare sull’imperfezione del gol incassato – e Tozzo, qualche secondo dopo, ha fatto un frittatone in coabitazione con Calderoni. Passaggio corto del terzino a mettere in affanno tutto il reparto, pallonetto di Giandonato e presa saponata di Tozzo rientrato in fretta e furia in area, pallone consegnato a Fischnaller e imbucata a porta vuota. Fuochi d’artificio in avvio di ripresa.

Una goduria per i canarini che hanno scartato poi il regalo della buona sorte – palo di Saber con un destro da fuori a portiere battuto – e quello di Ciofi – nervoso e ingenuo nel saltare male su Maggio prendendosi il secondo giallo al 55‘- . Partita in ghiaccio col Cesena in 10? Macchè, perchè la Fermana non sa gestire. Nonostante l’inferiorità, consapevoli di dover vincere per forza, i romagnoli ci hanno provato, hanno arrembato, arrivando spesso e volentieri in area. Al 70′ la palla più clamorosa è stata per Ferrante: delizioso assist profondo per lui, buon controllo, ma tiraccio alle stelle quando il 2-1 sembrava fatto.

La Fermana ha poi inserito Bunino – moscio e sul mercato – concludendo però verso Tozzo sempre coi suoi soliti giovani: Maggio ha chiamato il portiere alla smanacciata, mentre il subentrato Pinzi al 93′ ci ha provato a giro: alto. Ma è un punto pesante, pesantissimo, in chiave “tranquillità”. E tante grazie al Cesena.

Il tabellino
CESENA 1-1 FERMANA
CESENA (3-4-1-2) Tozzo; Ciofi, Prestia, Mercadante (32’st Mustacchio); Adamo, De Rose (15’st Bianchi), Brambilla, Calderoni (18’st Silvestri); Saber (32’st Chiarello); Udoh (15’st Ferrante), S. Shpendi (A disp: Lewis, Pollini, Bumbu, Celiento, Albertini, C. Shpendi, Francesconi) All: Toscano
FERMANA (4-3-3) Borghetto; Eleuteri (45’st Gkertsos), Spedalieri, Pellizzari, Carosso (1’st De Nuzzo); Romeo, Giandonato (45’st Graziano), Misuraca; Nannelli (37’st Pinzi), Fischnaller, Maggio (30’st Bunino) (A disp: Nardi, Vaccarezza, De Pascalis, Tulissi, Vessella, Ronci) All: Protti
ARBITRO Calzavara di Varese
RETI 8’pt De Rose, 5’st Fischnaller
NOTE espulso Ciofi al 55’ per doppio giallo; ammoniti De Rose, Misuraca, Ciofi, GIandonato, Pinzi; angoli 6-8; recupero 3’+5’; spettatori 7.400 circa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS