Il Castelfidardo mette la terza: espugnato Chieti

SERIE D – Decisivi Rizzi e Cardinali

Tris del Castelfidardo che espugna il campo del Chieti per 2-0 ed inanella il terzo successo consecutivo. Grande prestazione corale dei ragazzi di mister Manolo Manoni che riescono ad imporsi su una squadra ostica e ad allungare così la striscia positiva di risultati in questo avvio di campionato, mostrando ancora una volta una grande compattezza e solidità in mezzo al campo.

Pronti via ed i fidardensi passano in vantaggio al 9’ grazie al penalty trasformato da Rizzi, procurato da Gega sgambettato in area di rigore da Fabrizi. Il vantaggio galvanizza i biancoverdi che sfiorano il raddoppio sempre con Rizzi al 16’, ma è il palo a dirgli di no. I locali cercano di riorganizzarsi dopo l’avvio shock ma la reazione dei neroverdi è abbastanza sterile con la difesa del Castelfidardo ben organizzata, che concede poche occasioni. Si va al riposo lungo sull’1-0 per i fisarmonicisti.

Nella ripresa il Chieti parte forte cercando il pareggio ma ancora una volta la retroguardia biancoverde si difende con ordine, con Demalija poco impegnato. Anzi sono proprio i fidardensi a sfiorare il raddoppio al 77’ con Cardinali che non riesce a trovare il gol da due passi. L’attaccante del Castelfidardo si fa perdonare quasi allo scadere quando sigla il 2-0 che chiude i giochi e consegna il terzo successo consecutivo ai fisarmonicisti.

CHIETI – CASTELFIDARDO 0-2

CHIETI (3-5-2): Forti; Chiacchia, Aquilanti, Bassini; Di Mino (86’ Del Greco), Verna (75’ Baldeh), Mele, Mariani (62’ Pietrantonio), Siragusa (62’ Puglielli); Akammadu, Fabrizi.
A disposizione: Fusco, Consorte, Susi, Viscovich, Sapone.
Allenatore: Lucarelli.

CASTELFIDARDO (4-3-3): Demalija; Daniello (62’ Fermani), Baraboglia, Gega, Morganti; Marcelli (62’ Hoxha), Bracciatelli, Palladini; Cardinali, Rizzi, Braconi (51’ Cvetkovs).
A disposizione: Sprecacé, Marckiewicz, Fabiani, Testa, Gatto, Suarato.
Allenatore: Manoni.

Arbitro: Lascaro di Matera

Reti: 9’ Rizzi (rig.), 90’ Cardinali

Note: Ammoniti Forti, Mele, Aquilanti, Bassini, Marcelli, Hoxha.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana