“Il Casette Verdini può alzare l’asticella, sono una persona ambiziosa”

PROMOZIONE – Le parole del nuovo tecnico Pavoni. L’analisi della rosa: “Ora un portiere e qualche under”

Il Casette Verdini si appresta a vivere la sua seconda stagione consecutiva in Promozione e lo farà ripartendo con nuovo corso. La società del presidente Paolo Pasquali dopo la separazione con Roberto Lattanzi passato alla Maceratese al termine di due splendide stagioni ha scelto come nuovo timoniere Luca Pavoni ex allenatore di Porto Recanati e Servigliano ma con esperienze importanti come collaboratore tecnico e match analysist al Perugia, Sassuolo e Brescia dove ha trascorso l’ultima stagione.

Con lui abbiamo fatto il punto della situazione in casa Casette Verdini in vista dell’inizio della prossima stagione: “Quando mi ha chiamato il presidente io gli ho illustrato le mie condizioni e ci siamo messi d’accordo. Ho trovato una società seria e organizzata e il mio compito è quello di alzare l’asticella dopo il campionato dell’anno scorso perché comunque io sono una persona ambiziosa. La società mi ha messo a disposizione una rosa di venticinque giocatori tutti importanti e il mio compito sarà quello di tirare fuori il meglio da loro in ogni allenamento. La rosa è quasi completa manca un portiere e qualche under poi ci siamo. Oltre ai giocatori confermati abbiamo inserito otto giocatori di grande livello”.

Il tecnico poi prosegue spiegando come si svilupperà la preparazione pre campionato: “Il preparatore atletico ha già iniziato a lavorare preparando del lavoro che i ragazzi stanno svolgendo da casa. Noi effettivamente inizieremo presto ovvero il 24 luglio per poi fermarci il 10 agosto per qualche giorno“. Il tecnico ha poi continuato facendo un punto anche sul campionato di Promozione che verrà. “Rispetto alla mia ultima esperienza a Porto Recanati dove lavoravo con una squadra giovane qui ho trovato una società che mi ha messo a disposizione una squadra importante. Sicuramente il campionato è un campionato difficile ma noi diremo la nostra cercando di alzare l’asticella perché è per quello che sono stato chiamato:”. Per ultimo il tecnico si esprime così sulle esperienze passate come collaboratore tecnico e come match analysist a Brescia lo scorso anno: “Il Brescia sicuramente merita categorie superiori perché anche la Serie B gli sta stretta. Nonostante sia finita male lo scorso anno con la retrocessione  è stata un esperienza e un bagaglio molto importante per me perché ho conosciuto dallo staff tecnico alla dirigenza delle persone competenti e molto importanti. Ora dopo diversi anni da collaboratore mi sento pronto per questa esperienza anche perché la strada da allenatore è quella che voglio proseguire anche in futuro”.

Per quanto riguarda il mercato è molto attivo sul mercato il diesse Pietro Giacomini che vuole consegnare al tecnico una rosa importante che possa ben figurare nel prossimo torneo. Partiamo dalla porta dove dopo gli addii di Grifi e Ciminari si ripartirà da Matteo Giorgi ex Tolentino. In difesa è praticamente fatta per gli arrivi di Telloni dal Potenza Picena, Mulinari dall’Aurora Treia, Cerquozzi dal Monturano Campiglione e Germani dalla Palmense a cui si aggiungono le conferme di Donnari e Marziali. A centrocampo oltre alle preziose conferme di Bordi, Tidiane, Russo, Lami e Barchetta vanno a completare il reparto due giocatori di grande qualità e spessore come Kakuli e Rango entrambi provenienti dal Matelica. Arriviamo al reparto offensivo dove faranno parte ancora della rosa del Casette Verdini Ribichini, Romanski, Malaccarri, Ramadori e soprattutto Matteo Ulivello capocannoniere dello scorso torneo con venti reti messe a referto.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS