Il Camerano alza bandiera bianca, non si iscrive in Promozione

La società collaborerà con la Real Cameranense

Il Camerano Calcio ha un annuncio importante da fare, frutto di una scelta non semplice, ma doverosa considerati i tempi che corrono. Dopo attente valutazioni e confronti serrati, la società ha deciso di non iscrivere la prima squadra al campionato di Promozione. Perché? Perché il Covid ha lasciato anche a Camerano un segno e perché, come nelle realtà più importanti, la voglia è quella di “sfruttare” una crisi per “trasformarla” in opportunità.

“Si è deciso di puntare tutto sui giovani, di concentrare e dedicare tutte le risorse umane, strutturali ed economiche nei loro confronti – si legge nella nota della società – Era giunto il momento di compiere un ultimo deciso passo rispetto ad un percorso che era già stato fortemente intrapreso negli anni precedenti. Di conseguenza, non solo il vivaio giallobu e il progetto calcio integrato proseguiranno, ma lo faranno con tutte le attenzioni e le forze rivolte a loro. I campi saranno per loro, gli allenatori e i dirigenti saranno per loro, le forze economiche saranno dedicate esclusivamente a loro.

Come garantire però al contempo un futuro a questi ragazzi una volta diventati maggiorenni? Consolidando la collaborazione e il rapporto con gli amici della Real Cameranese. La società dei patron Angelo Paci e Danilo Rossetti infatti con la prima squadra parteciperà al campionato di Seconda Categoria, o forse la Prima Categoria (dipende dall’esito della domanda di ripescaggio, che fa leva sulla ottima stagione precedente disputata dalla Real e chiusa con il secondo posto prima del lockdown). Qualunque sarà l’esito, grazie alla prima squadra della Real verrà garantito lo sbocco diretto in ambito “seniores” a tutti quei ragazzi che cresceranno a Camerano nel settore giovanile del Camerano Calcio e al contempo vorranno continuare a giocare nella prima squadra del proprio paese una volta sbocciati e pronti per il salto. Anche per la Real Cameranese ovviamente tutto ciò rappresenterà una grande opportunità, con i talenti gialloblu che ogni anno emergeranno pronti a sbarcare fra i “big” con la maglia rosanero. Stesso campo, stessa città nel cuore.

Due realtà distinte, di forma e di fatto. Non una fusione quindi, ma una visione comune d’intenti per il bene dei ragazzi e per garantire loro divertimento sano, a casa loro, a Camerano. Ufficializzata la non iscrizione della prima squadra, il Camerano Calcio intende ringraziare Fabio Tombesi per la grande disponibilità dimostrata nei confronti del club in un periodo così delicato”.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia