Macerata, identificato un altro responsabile dell’aggressione a un parrucchiere

L’episodio risale allo scorso 13 dicembre

La Polizia è riuscita ad individuare il secondo responsabile della violenta ed ingiustificata aggressione avvenuto lo scorso 13 dicembre a Macerata ai danni di un parrucchiere di 35 anni che si trovava davanti all’ufficio postale di fronte al Cà Bar lungo via Gramsci, per un prelievo. Si tratta di un cittadino italiano di 27 anni, amico del 25enne incastrato in precedenza.

La vittima, un cittadino di origini albanesi ma da tanto tempo residente a Pollenza, è stato aggredito da tre ragazzi che gli si sono scagliati contro colpendolo con pugni e schiaffi e gettandolo a terra per poi fuggire. Il giovane ha tentato di chiamare le forze dell’ordine per farli desistere ma proprio mentre ha preso il suo cellulare per chiamare il 113 è stato aggredito.

Il 35enne, nonostante sia stato scaraventato letteralmente a terra si è rialzato per inseguire i suoi aggressori i quali, però, sono riusciti a darsi alla fuga. Immediato l’intervento della Volante che, anche se non è riuscita a rintracciare nell’immediatezza i responsabili, con accertamenti sul luogo dei fatti e ed un’attività di ricerca di possibili testimoni, è riuscita ad individuare uno dei responsabili dell’aggressione, un cittadino italiano di venticinque anni.

Dopo un’accurata attività di indagine la Squadra Mobile, mediante un’attenta visione delle varie registrazioni dei sistemi di sorveglianza presenti nella zona, è riuscita ad individuare un ulteriore responsabile dell’aggressione, un ventisettenne italiano, legato da rapporti di amicizia con il venticinquenne denunciato in precedenza all’autorità giudiziaria per lesioni gravi in concorso. Le ragioni alla base della violenta aggressione risultano, ancora, ancorate a motivazioni futili.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS