I Sindaci del cratere in udienza dal Papa

Incontro in Vaticano tra spiritualità e ricostruzione

di Lorenzo Cortellucci

L’iniziativa, curata dal Senatore Castelli, ha visto la presenza dei Sindaci del Centro Italia. Ben 13 gli Amministratori del cratere fermano presenti. Gremita la Sala Clementina. Il Papa si è detto vicino alle popolazioni colpite dal sisma, sottolineando come la ricostruzione debba riguardare non solo gli edifici, ma anche la spiritualità. Sindaci felici per la vicinanza del Pontefice.

Non capita tutti i gironi di essere ricevuti in udienza privata dal Papa in persona. Questa esperienza, nella mattinata di venerdì 24 novembre, l’hanno vissuta con piacere i Sindaci del cratere. Tanti gli Amministratori del Centro Italia, tra Marche, Umbria, Abbruzzo e Lazio, che si sono ritrovati durante la mattina in Piazza San Pietro, per poi recarsi nella suggestiva Sala Clementina. Circa 400 le persone che hanno preso parte all’incontro e ben 13 erano i Sindaci provenienti dal Fermano.

A curare l’iniziativa ci ha pensato il Commissario straordinario per la ricostruzione Guido Castelli, da un anno a questa parte sempre vicino a cittadini e Amministrazioni locali colpite dal sisma. Un’udienza più che positiva a conferma di quanto il Papa sia vicino alle popolazioni in difficoltà: “Momento di grande vicinanza con il Pontefice. Io e i miei colleghi ci siamo sentiti accolti e supportati – ha confidato il Sindaco di Belmonte Bascioni – Un’amabile chiacchierata che ci ha dato nuova verve per proseguire il nostro lavoro. Al Papa ho chiesto preghiera e benedizione per questo mondo così in difficoltà”. Fa da eco il Sindaco di Ortezzano Carla Piermarini: “Bella esperienza condivisa con tanti colleghi, il Presidente Acquaroli, il Prefetto di Fermo Roccheggiani ed il Presidente della Provincia Ortenzi. Grazie al Commissario Castelli che si conferma sempre vicino a Sindaci e cittadini. A nome di tutta Ortezzano, al Papa ho donato un disegno realizzato dai bambini della nostra Scuola”. Coinvolto ed emozionato il Sindaco Fabiani di Monteleone: “Un’udienza sentita e partecipata. Il Pontefice ha letto una missiva dove ha ribadito come la ricostruzione debba riguardare non solo gli edifici, ma anche il tessuto sociale e spirituale dei Comuni. Emozionante il momento in cui ha stretto la mano a tutti i presenti nella suggestiva Sala Clementina. In altre parole, un pit stop spirituale, nel cuore del Vaticano, che ci fa bene”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS