I Pulcini del Villa Musone aspettavano mister Gianluca al campo: non arriverà mai più

Lo strazio della società, dei bambini e degli ex compagni del Villa Musone dopo aver appreso della morte di Gianluca Carotti

Gianluca Camilletti è in lacrime e al telefono non riesce a dire nulla. Il presidente del Villa Musone è sotto choc per la morte di Gianluca Carotti, il 46enne di Castelfidardo deceduto in seguito a un incidente stradale nella notte. Carotti era l’allenatore di una delle formazioni giovanili del Villa Musone, i Pulcini, e stamattina avrebbe avuto la partita con i suoi ragazzi. Al campo però Carotti non è mai arrivato e minuto dopo minuto la dirigenza del Villa Musone ha preso coscienza di quanto fosse accaduto, dovendo comunicare ai ragazzini increduli che l’allenatore non sarebbe mai arrivato al campo sportivo. Come spiegare a ragazzini che nel loro mister vedono una sorta di eroe che quell’eroe non era immortale? Che chi insegnava loro il gioco più bello del mondo non tornerà mai più al campo perché in una notte maledetta la sua auto é stata centrata da quella guidata da un ubriaco? Impossibile solo da immaginare, quindi, la scena di dirigenti e genitori che questa mattina hanno sperato fino all’ultimo che quanto si vociferava non fosse vero e che mister Gianluca era semplicemente in ritardo. Così, purtroppo, non é andata e quelle voci si sono fatte certezza, gettando nello sconforto tutto il calcio marchigiano.

Anche il compagno di tante sfide Gabriele Fondati è incredulo e sconvolto: “Abbiamo giocato insieme a Villa Musone, era il mio capitano, non ci posso credere – dice Fondati – Sabato ci avevo parlato, non ho parole”.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS