‘I numeri dell’ing Mattei’, Matelica ricorda il fondatore dell’Eni

La Giulietta Sprint appartenuta ad Enrico Mattei

NEL 59esimo ANNIVERSARIO DELLA MORTE. Convegno al teatro Piermarini. “Con l’auspicio che il Suo impegno sia d’esempio per il presente” recita il manifesto di Comune, Fondazione Enrico Mattei, Associazione Pionieri e Veterani Eni

di Maurizio Verdenelli

Cinquantanove anni fa nel cielo di Bascape’, nel Pavese, si consumava una grande tragedia italiana, come appena appresa la defini’ Amintore Fanfani. Che insieme con l’ex Presidente Gronchi partecipo’ a Matelica, dove intervennero 10.000 persone, ai funerali (quattro furono le esequie funebri in Italia) del fondatore e primo presidente dell’Eni, ing. Enrico Mattei.

‘La leggenda del Santo Petroliere’ con l’autore Maurizio Verdenelli, il Premio Oscar Dante Ferretti a Palazzo Buonaccorsi

Domani Matelica, dove i pochi resti dell’Uomo che vedeva il futuro sonio nella cappella di famiglia, torna a ricordare. Una corona d’alloro, alle ore 17, al cimitero e la funzione religiosa, un’ora piu’ tardi, presso la Chiesa Cattedrale.
Sabato pomeriggio, poi, alle ore 16, presso il teatro Piermarini che vide la Citta’ consegnare il titolo di cittadino onorario a Colui che in quello stesso anno (1953) aveva fondato l’Eni, e’ fissato il convegno: “I numeri dell’Ing. Mattei“. A cura di Comune, Fondazione ed Associazione Pionieri e Veterani Eni. Furono numeri tutti d’oro quelli che in Usa era definito il New Caesar che aveva creato il Miracolo economico nazionale, portando il genio italico in tutto il mondo all’ombra del mitico Cane a sei zampe.

Aprendo pure alla Cina di Mao. “Il dottor Giuseppe Accorinti, uno dei suoi Ragazzi (Les Enfants, dicevano i francesi ndr) mi ricordo’ un giorno che Mattei aveva compiuto 111 viaggi presidenziali fino a quel tragico 27 ottobre 1962” dice Sebastiano Gubinelli, uno dei veterani Eni.
“Con l’auspicio che il Suo impegno sia d’esempio per il presente” recita il manifesto delle celebrazioni del 59esimo anniversario del Grande Marchigiano.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi