I bambini e ragazzi delle scuole di Porto Sant’Elpidio contro la guerra in Ucraina

di Maikol Di Stefano

I bambini e ragazzi delle scuole di Porto Sant’Elpidio contro la guerra in Ucraina. Una serie di manifestazioni fatta di cartelloni, flashmob e messaggi di pace che ha coinvolto dai bambini della scuola primaria Rodari-Marconi, arrivando ai ragazzi dell’istituto superiore Carlo Urbani. La bandiera arcobaleno e la scritta “Pace” a lettere cubitali per far capire, una volta ancora, come dopo due anni di pandemia i giovani abbiano bisogno di un tempo differente da quello che si sta vivendo.

“La nostra scuola ripudia la guerra e ribadisce l’importanza del dialogo per la soluzione delle controversie internazionali. Il lavoro di approfondimento svolto e gli elaborati, condivisi nella giornata odierna durante una significativa manifestazione pacifica, – il messaggio del polo Carlo Urbani – testimoniano la serietà e l’impegno mostrati dagli alunni in questa occasione, ma anche una profonda consapevolezza dell’importanza di non restare indifferenti e insensibili di fronte alla violazione dei più basilari diritti umani. Un ringraziamento sentito a loro e a tutti i docenti dell’Istituto”. Un no alla guerra raccolto e promosso anche dall’amministrazione comunale, che oramai da giorni ha affisso il proprio messaggio contro la guerra nel palazzo municipale.

NOTIZIE DALLA PROVINCIA

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana