“Ho sempre le Marche nel cuore e mi porto via un po’ di terra come souvenir”

Ezio Faraoni, 82 anni. Alle sue spalle, Villa Spada

Ezio Faraoni, 82 anni, albergatore di successo, è emigrato in Versilia dopo la guerra. “Com’era verde la mia Valle del Potenza…ed ora?! Bene il comune di Treia per Villa Spada ma quei pali dell’illuminazione..”

di Maurizio Verdenelli

“Gli è tutto da rifare! Dalle mie parti, in Toscana, tutti quei pali metallici dell’illuminazione, alti alti, li avrebbero rimpiattati, nascosti e le luci su Villa Spada, a Treia, sarebbero sbucate dal terreno come una magica visione. Ripeto: gli è tutto da rifare!”.

Parola di Ezio Faraoni, 82 anni, albergatore da Marina di Pietrasanta dove con la moglie Marisa Buresta, anch’ella ottantaduenne, conduce con successo l’hotel Bel Mare. Da molti anni, ormai, da quando quasi dopo la guerra la coppia originaria del comune di San Severino Marche , lasciò la nativa Pitino per la terra toscana, destinazione allora di gran parte dell’emigrazione interna marchigiana.
Ezio non ha mai tuttavia dimenticato le proprie radici ed ogni volta che ritorna in quel di Treia dalla cara nipote Giuliana e da suo marito, Silvano Arcangeli, talentuoso restauratore e pronipote di colui che fu comproprietario di Villa Spada, preleva concretamente un piccolo carico di terra maceratese. ” Da trapiantare come una piccola parte di cuore nei miei 1.200 metri quadrati di ‘orto macerarese’ in Versilia, alle spalle di Bel Mare” chiarisce il signor Ezio.

Ezio Faraoni, Silvano Arcangeli ed un amico di Marina di Pietrasanta

Che ha visitato Villa Spada accompagnato da Silvano Arcangeli e Luciano Carletti – nel libro da lui promosso ‘Una storia marchigiana, è presente un capitolo sul monumento, a cura di Anna Maria Cecchini. “Il comune è impegnato in un generoso e costoso restauro per cui ho letto che occorrono altri 8 milioni di euro, Tanto di cappello. L’illuminazione è perfetta, ma quei metallici pali…no, no”.
Signor Ezio ha nostalgia della sua terra?
“Sempre, qui la mia giovinezza, e ricordo pure episodi cruenti della lotta partigiana descritti nella bella biografia dell’amico Carletti. Ma com’era verde la mia Valle del Potenza…”.
Perchè, ora no?!
“Ma vuol mettere? Era tutto un giardino fiorito, alberato, pieno di frutti. Come il mio campicello toscano dove anche stavolta travaserò terra maceratese che ogni volta che riparto da Treia mi porto come souvenir in riva al mar Tirreno”.

Villa Spada
Ezio Faraoni: la terra marchigiana come souvenir da portare in Versilia
Ezio Faraoni (in mano ‘Una storia narchigiana’) con la nipote Giuliana; a Treia

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia