Gravi condizioni di lavoro in un cantiere edile: titolare denunciato, sanzioni da 155.000 euro

(Foto d'archivio)

Individuati 7 operai in nero. Controlli anche in un immobile nelle campagne di Montecosaro

Controlli in un cantiere edile a Civitanova Marche. Il personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Macerata e il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Macerata e della Stazione Carabinieri Montecosaro hanno identificato 10 lavoratori di cittadinanza albanese, di cui 7 risultavano essere in possesso di una autorizzazione all’ingresso e soggiorno per esclusivi motivi di turismo e sprovvisti di un titolo di soggiorno idoneo per poter essere impiegati, risultando in nero. Inoltre, gli stessi operavano senza alcuna tutela per la loro incolumità in condizioni precarie sotto il profilo della sicurezza.

Nello specifico, ispezionando il cantiere, sono emerse le seguenti condizioni: erano presenti buche e sporgenze per il transito all’interno del cantiere e nelle vie di transito dell’impalcatura, non era stato inibito il transito sotto i ponti e le scale sospese, quest’ultime anche composte da tavole appoggiate e non ben salde, il ponteggio non è risultato ben collaudato, ed era stata utilizzata una ruota di biciletta come “verricello a mano”.
Inoltre, era assente parte della documentazione obbligatoria inerente alla formazione ed addestramento dei lavoratori, nonché la sorveglianza sanitaria e l’esigua documentazione di cantiere presente è risultata carente e non idonea.

Accertate le gravi condizioni di lavoro, i militari hanno proceduto, in raccordo con la Procura di Macerata, al sequestro preventivo dell’intera area di cantiere, nonché alla sospensione dell’attività imprenditoriale dell’azienda presente a lavoro e sono state elevate ammende e sanzioni amministrative per un totale di circa 155.000 euro. Inoltre, il datore di lavoro, cittadino albanese residente al Nord-Italia, è stato denunciato per l’impiego di manodopera sprovvista del titolo di soggiorno.
Sono seguiti ulteriori accertamenti su di un immobile sito nelle campagne di Montecosaro dove gli stessi lavoratori risultavano domiciliati e all’interno dell’abitazione sono stati identificati altri 3 cittadini albanesi, nei confronti di uno dei quali, risultato irregolare, è stato emesso un decreto di espulsione del Prefetto di Macerata, eseguito con apposito provvedimento del Questore di Macerata.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS