Goldoni, dalla Vigor all’amicizia con Sarri: “Ecco come vedo la prossima Eccellenza”

CALCIO – L’ex bandiera del Senigallia a breve incontrerà il tecnico della Juve: “Siamo amici di famiglia, ci conosciamo da sempre: con Maurizio parliamo di tutto”

di Claudio Comirato

Oltre 500 partite ufficiali giocate con la maglia della Vigor Senigallia tra serie D e campionato di Eccellenza quanto basta per essere considerato un vero e proprio idolo per la tifoseria rossoblu. Il riferimento non può che essere a Stefano Goldoni, 49 anni, uno dei giocatori piu amati sulla “Spiaggia di Velluto” uno che settore giovanile a parte, per 19 anni è stato una bandiera, il classico punto di riferimento per squadra e tifosi. E proprio con Stefano Goldoni proviamo a capire come sarà il prossimo campionato di Eccellenza: “Per quello che riguarda la lotta al vertice – attacca l’ex centrocampista rossoblu – la squadra da battere per storia tradizione ed organico che andrà ad  allestire sarà senza dubbio l’Anconitana anche se i dorici dovranno prestare una certa  attenzione alla Vigor Senigallia e al Valdichienti Ponte, formazioni che stanno allestendo squadre di un certo livello. Vincere non è mai facile, occorrono una serie di fattori poi quando sei obbligato a tagliare questo traguardo tutto diventa più complicato”. Campionato di Eccellenza che dovrebbe essere a 16 squadre. A tal riguardo quale è la sua opinione? “Non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando di un campionato dilettantistico anche se dietro ci sono certi interessi. Il formato a 16 squadre è senza dubbio il migliore, non ci sono turni infrasettimanali e questo è vantaggioso per quelle squadre che oltre al campionato vanno avanti in coppa, senza dimenticare la fase nazionale della Coppa Italia dilettanti che mette in palio (trofeo a parte) anche un posto in serie D”. Con il formato a 16 squadre tutto diventa più complicato a cominciare dalla lotta per il primo posto fino alle zone calde della classifica. In poche parole lei si aspetta un campionato combattuto fino all’ultima giornata? “Basta fare due conti per rendersi conto delle difficolta che nasconde il torneo. Su sedici squadre, una sarà promossa in serie D, 4 disputeranno i playoff, 4 saranno chiamate a giocare i playout, una invece andrà direttamente in Promozione. Su 16 formazioni, 10 lotterrano per raggiungere certi traguardi dalla promozione in serie D fino alla lotta per non retrocedere sempre che non ci siano i famosi 10 punti di distacco in classifica che andrebbero a modificare la griglia playout e playoff. Distacco a parte sarà un campionato durissimo sopratutto nel girone di ritorno dove i punti inizieranno a pesare”. Secondo lei il duello tra Vigor Senigallia e Anconitana potrebbe rinnovarsi anche in eccellenza? “Come tifoso della Vigor mi auguro di sì. L’ambiente a Senigallia è piuttosto carico, la squadra è competitiva e potrebbe tenere testa all’Anconitana anche se i dorici partono con il favore del pronostico”. A proposito di partenze, lei tra qualche giorno sarà chiamato ad effettuare un viaggio di piacere per incontrare un allenatore piuttosto noto che risponde al nome di Maurizio Sarri. Come è nata questa amicizia con il nuovo allenatore della Juventus? “Il papà di Maurizio per tanti anni è venuto in vacanza proprio a Senigallia. Ci conosciamo da sempre, con Maurizio parliamo di tutto, è una persona squisita sempre attento a quello che accade in Italia. L’ultima volta abbiamo parlato anche della Vigor Senigallia, del campionato che stava facendo ed ha voluto sapere anche come andava il settore giovanile. Prima che inizi il ritiro della Juventus assieme a Graziano Morsucci team manager della Vigor, Matteo Fuligni e Roberto Moroni andremo a trovare Maurizio Sarri che spesso e volentieri si ferma nelle Marche quando gli impegni glielo consentono”. A questo punto ci dica la verità, voci di mercato raccontano di uno Stefano Goldoni sul punto di accettare una panchina: “In queste settimane ho avuto un paio di contatti, staremo a vedere quello che succede. Mi piacerebbe allenare in una società organizzata con un presidente appassionato di calcio al di là della categoria”. 

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS