Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Gli Ultras dell’Ascoli ricordano Nazzareno Filippini a 31 anni dalla morte

/
img
La tifoseria dell'Ascoli

L’EVENTO – Il tifoso bianconero fu barbaramente aggredito da un gruppo di tifosi dell’Inter a fine partita. Una settimana dopo il decesso

di Mario La Rocca

Era il 9 ottobre del 1988 l’Ascoli in serie A affrontava al Del Duca l’Inter nella prima giornata di campionato. Il preambolo non fu dei migliori con il tappetone del salto con l’asta che prese fuoco a causa di alcune torce lanciate dai tifosi dell’Inter, il finale assunse i contorni della tragedia. Al termine della partita Nazzareno Filippini mentre percorreva il ponte di Rozzi che porta verso la curva sud, veniva barbaramente e selvaggiamente aggredito da un gruppo di pseudo tifosi interisti. Non fu la solita scazzottata ma una vigliacca aggressione con calci e pietre sulla testa di Reno. Una settimana dopo Nazzareno Filippini morì all’ospedale di Ancona. Furono arrestati alcuni tifosi dell’Inter ma poi uno ad uno rilasciati per mancanza di prove. Uno di loro si è reso protagonista di un altro sconcertante episodio che è costato la vita ad un tifoso di Varese in occasione di Inter-Napoli del 26 dicembre scorso. A 31 anni dalla scomparsa, gli ultras bianconeri ricorderanno Reno sul ponte di Rozzi e lo faranno questa sera alle 19.45 con la presenza del presidente dell’Ascoli calcio Giuliano Tosti che conosceva bene Reno in quanto tutti e due frequentavano campo parignano.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!