Studenti marchigiani a lezione di economia e finanza con Ubi Banca e Feduf

Il progetto di alternanza scuola-lavoro coinvolge cinque scuole dell’anconitano

E’ iniziata la prima edizione del “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento di UBI Banca –Feduf” sui temi di Economia e Finanza, già conosciuto come alternanza scuola–lavoro. L’edizione 2019 coinvolge 72 ragazzi di cinque classi dell’istituto Podesti Calzecchi Onesti di Ancona e Chiaravalle, del Savoia–Benincasa di Ancona e del Liceo Statale E. Medi di Senigallia.

I ragazzi riceveranno una formazione teorico-pratica molto approfondita sui temi del credito, finanza, commerciale e capitale umano che, tramite i laboratori del pomeriggio, cerca di consolidare le conoscenze  apprese in aula per trasformarle gradualmente in competenze. In particolare, il learning by doing è guidato dai tutor della macro area territoriale Marche e Abruzzo di UBI Banca che, con tecniche di simulazione, permetterà ai ragazzi di cimentarsi non solo nello sviluppo di una idea imprenditoriale di utilità sociale, ma  soprattutto nella gestione di un portafoglio finanziario e nella presentazione ad un potenziale colloquio di lavoro.

Si tratta di un progetto di UBI Comunità organizzato in collaborazione con UBI Accademy e con il supporto di  Feduf, la  Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, che  coinvolge i ragazzi delle scuole  secondarie  di  secondo grado delle Marche per almeno 40 ore, con tre giornate in plenaria da svolgersi in banca e laboratori con varie attività a  scuola, oltre ad una competizione finale sul progetto d’impresa denominata “Che Impresa ragazzi!” che quest’anno va improntato ai principi di sostenibilità dell’ASVIS (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile) e quindi ai 17 obiettivi dell’agenda 2030  dell’ONU.

Lo  sviluppo  di  un Business  Plan sostenibile è  il principale laboratorio del  percorso di UBI che permette di  attivare l’auto-imprenditorialità nei giovani con lo sviluppo di importanti conoscenze, competenze e valori necessari per essere cittadini più responsabili nella gestione del denaro e delle risorse. L’obiettivo è quindi quello di educare ad un uso consapevole del denaro che, passando attraverso consumo, produzione e spesa responsabili, vuole promuovere l’impegno sociale e civile.

“Nell’ambito della nostra responsabilità sociale d’impresa, tutti gli interventi di educazione finanziaria gestiti in collaborazione con Feduf ci permettono di fornire un contributo alla crescita sociale  ed  economica del  territorio. Questo  progetto con gli studenti delle scuole superiori, in particolare, è di grande interesse perché associa la teoria alla pratica, al sapere il saper fare”, ha dichiarato Roberto Gabrielli,  responsabile della macro area territoriale Marche Abruzzo di Ubi Banca.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS