Gli Appennini come la Valtellina e C.S.Angelo sul Nera come Livigno

Il secondo Forum regionale sulla Montagna. Le indicazioni del Commissario post sisma, sen. Castelli. Importanti passi avanti nella ricostruzione nonostante la bolla speculativa nel settore edilizio. 2024 anno decisivo pure per il Parco dei Sibillini. Al varo il disegno di legge Latini con provvidenze per comuni montani sotto i mille abitanti

Un pezzo di Valtellina nel cuore dei Monti Azzurri leopardiani. E al centro del centro Castelsantangelo sul Nera, distrutta dal terremoto ed in parte rinata dalle sue macerie come una New Livigno free tax. Una nuova Livigno. Perche’ no?! La ‘provocazione’ feconda e’ salita alta ‘per voce sola’, anzi due, nell’intervento del sindaco Mauro Falcucci che ha aperto sabato pomeriggio il secondo Forum regionale sulla Montagna. Gettando, come da promesse fatte alla vigilia, ‘pietre nello stagno’.

Un momento del dibattito

A dare ancor piu’ eco, in medias res, alla proposta, e’ stato -dicevamo- il professor Giuseppe Rivetti docente di diritto tributario (Unimc) che ha svolto dottrinariamente il tema intorno alla transizione ecologica e lo sviluppo economico. Gia’, Livigno! Per questo comune della Valtellina una legge del 1910 fisso’ esenzioni fiscali per 15-20 anni. Risultato: da 1.025 abitanti agli attuali 6.909. Salvezza raggiunta! Possibile ora una tale panacea per ‘Castello’ e tutti gli altri Comuni mintani marchigiani sotto i mille abitanti che peraltro un disegno di legge presentato il 27 scorso dal presidente del Consiglio regionale Dino Latini prevede come beneficiari di esenzioni fiscali? Certo.

“A patto che la fiscalita’ in genere si dimostri in modo piu’ adeguato a supporto dei territori e delle popolazioni svantaggiate” ha chiarito Rivetti da sempre, in particolare dal 2016 (annus horibilis del terremoto del Centritalia) sostenitore di una Zes allargata al cratere sismico. “Zes che non e’ una malattia della pelle (considerata l’idiosincrasia al riguardo da parte delle amministrazioni centrali) ma acronimo ad indicare zona economica speciale” ha detto il conduttore della tavola rotonda, il vostro cronista. E il terminale sia il porto Ancona, il suo affaccio sull’Adriatico a riprendere la via dell’Oriente, dei commerci come la Storia ci segnala ab antiquodai. L’indicazione e’ venuta (poi anche dagli assessori regionali presenti) dal sen. Guido Castelli, Commissario per la Ricostruzione. Con un’idea precisa che -ha assicurato Falcucci- verra’ fatta propria in occasione del 2024, quando il terzo Forum sara’ ‘della Montagna Appenninica’. Allargare gli orizzonti, concertare, superare il ‘particulare’, la linea d’ombra del personale orticello.

Sold out l’auditorium di C.S.Angelo sul Nera

“Il 2024 sara’ l’anno decisivo” ha promesso Castelli- che in pochi mesi ha ottenuto risultati in crescita del 20% ed elogi bipartisan raccogliendo peraltro l’ottima eredita’ di Giovanni Legnini. Rilancio della Montagna e Ricostruzione vanno di pari passo. Oltre mille opere pubbliche cantierate, e passi avanti pure nella ‘privata’ nonostante le quasi proibitive condizioni che vedono costi fino a 3.600/3.700 euro a metro quadro, lo scenario economico-bancario di sostenuts diffidenza e la davvero poca disponibilita’ sul mercato di imprese. Storia abbastanza recente, vero, ma persistente.

Alla Tavola Rotonda che preceduta da una comunicazione in video del governatore Francesco Acquaroli ha visto al tavolo gli assessori Stefano Aguzzi, Francesco Baldelli, Chiara Biondi e il presidente Latini; ha preso parte il presidente del Parco dei Sibillini, Andrea Spaterna. Il ‘Frenator Cortese’ (per ruolo) si e’ mostrato ottimista circa un prossimo futuro per coniugare pariteticamente salvezza dei luoghi ed insieme delle popolazioni…sotto il manto della Madonna della Cona che nei colori della Fioritura, lega due tra i paesaggi piu’ magici dei Sibillini e del Pianeta.

‘Castello’ e Castelluccio (di Norcia) e via elencando, per il cui dominio oppure un sol albero val bene una battaglia, seppur pacioccona 500 anni fa. Come quella che si tornera’ a ricordare il 12 prossimo: Andrea Roncato, ospite eccezionale. E che stavolta assieme ad umbri e marchigiani vinca sopratutto, per dirla con Thomas Mann, la Montagna Incantata.

Il sindaco Mauro Falcucci e il giornalista Maurizio Verdenelli tra due dame del Corteo storico di Camerino
Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS