Giuliodori: “Al Castelfidardo manca un rigore, ora concentrati sulla Jesina”

ECCELLENZA – Il tecnico biancoverde tra la partita persa contro l’Urbino e l’appuntamento di coppa

Ennesima delusione per il Castelfidardo che cede per 2 a 0 sul campo dell’Urbino. Una partita stregata che ha visto la formazione del tecnico Marco Giuliodori fare bene nel primo tempo per poi cedere alla ripresa delle ostilità complice un calcio di rigore che di fatto ha spianato il successo ai ducali.

Amareggiato e non poteva essere diversamente lo stesso mister Giuliodori: “Avevamo diverse defezioni in difesa  e dovevamo cercare di fare punti, quindi dovevamo più badare al sodo e meno all’estetica. Nel primo tempo posso dire che abbiamo retto bene l’urto, concedendo poco ai padroni di casa. Nella ripresa abbiamo subito contro l’ennesimo rigore, il quarto in cinque partite, che sicuramente non ci ha agevolato, oltre a perdere Coppi per espulsione. Tuttavia non ci siamo demoralizzati e abbiamo cercato il pari, con un fallo da rigore su Achaval non ravvisato dall’arbitro. Proprio allo scadere abbiamo preso gol su una nostra disattenzione, un gol che vale più ai fini statistici che altro visto che la partita era praticamente finita. Ora dobbiamo ricaricare subito le pile perché ci aspettano due trasferte ravvicinate a Jesi, la prima in coppa mercoledì e poi in campionato”. Rigore a favore dell’Urbino che peraltro è stato calciato da Luca Fiorelli portiere dei ducali giunto alla sua 15esima marcatura in carriera.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia