Giovani rapinati e aggrediti con tirapugni e spray urticante, arrestati malviventi

L’operazione all’alba dei Carabinieri

Lido Tre Archi invasa dai Carabinieri. All’alba di oggi (13 ottobre) i militari della Compagnia di Fermo hanno perquisito un appartamento al primo piano di una palazzina in via Mattarella per dare esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Fermo. Arrestati due giovani nordafricani.

 

E’ terminata così un’indagine durata alcuni mesi e coordinata dal Luogotenente Ruggero, comandante della Stazione dei Carabinieri di Porto San Giorgio. L’indagine è stata avviata a seguito di alcune rapine commesse da un gruppo di tunisini e algerini nei mesi di gennaio e aprile 2020: i malviventi rapinarono alcuni giovani della zona sottraendo loro contanti e cellulari di valore aggredendoli con un tirapugni, spray urticante e una bottiglia in vetro.

L’intervento nell’appartamento è stato possibile anche grazie all’aiuto di un equipaggio dei Vigili del fuoco di Fermo e il personale veterinario che ha gestito un cane di grossa taglia presente nell’appartamento.
I due indagati, un tunisino di 21 anni e un algerino 23enne, entrambi ben noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati senza problemi, nonostante la presenza imprevista di altri 4 connazionali.
Nel corso della perquisizione i militari hanno invenuto circa 1 kg di sostanza stupefacente da taglio poi sottoposta a sequestro. Entrambi sono stati trasferiti nel carcere di Fermo.

error: Contenuto protetto !!