Giornata della Memoria a Loro Piceno, in ricordo dei Fratelli Pavoncello

La cerimonia si è svolta il 26 gennaio nella Sala Consiliare del Municipio

La storia della famiglia Pavoncello per ricordare l’importanza della Giornata della Memoria. In una gremita Sala Consiliare del Municipio di Loro Piceno, il 26 gennaio si è svolta la cerimonia. “A Loro Piceno e ai Suoi Buoni cittadini”, così recitava il titolo è tratto dall’incipit di una pergamena di ringraziamento dei Fratelli Pavoncello a Loro Piceno.

Dopo il saluto del sindaco Robertino Paolo ha preso la parola Annalisa Cegna, la direttrice dell’Istituto storico Macerata, che ha contestualizzato l’esperienza dell’internamento libero dei fratelli Pavoncello, nel più ampio contesto storico delle misure di limitazione e privazione della libertà per gli stranieri, gli ebrei, gli oppositori politici, considerati “nemici” “pericolosi” dello stato italiano fascista. In provincia di Macerata erano presenti quattro campi di concentramento (Petriolo, Pollenza, Urbisaglia e Sforzacosta) e diversi comuni di internamento libero. Tra gli internati che sono passati per Loro Piceno, ha ricordato Sara Franco, ebrea italiana, deportata e morta nel campi di sterminio in Germania.

Simonetta Santini, studiosa di storia lorese, ha portato alcune testimonianze e ha richiamato i principi etici di ieri, di oggi e di sempre che dovrebbero guidare l’agire umano. Ha ricordato la figura del nonno, Pietro Santini, benemerito farmacista lorese, socialista, di cui ricorre il 140esimo anno dalla nascita, leggendo una sua lettera indirizzata alla famiglia Pavoncello.

A rinnovare l’amicizia presenti nella sala consiliare diciotto discendenti di Davide Pavoncello e sua moglie Celeste.

Interventi commossi e partecipati delle Autorità al termine degli interventi (Prefetto, Giampiero Feliciotti Unione Montana, Carla agretti Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale, rappresentante della Questura è stata data lettura, da parte ella giovane rappresentante della famiglia Pavoncello, Ruth, di un messaggio di saluto a Loro Piceno del Presidente della Comunità Ebraica di Roma)

Concludono la manifestazione in rappresentanza delle famiglie Pavoncello e Corradini, Ester Pavoncello e Cinzia Cingolani, che leggono il loro messaggio di rinnovato impegno civile e fratellanza.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia