“Gimbo” come Mennea, Simeoni e Cova: ora obiettivo Parigi 2024

Oro ai Mondiali, Tamberi nel Walhalla degli immortali dello sport. Nessuno ha mai vinto due Olimpiadi di fila, la Francia non è lontana…

di Andrea Verdolini

Bacheca completata: Gimbo Tamberi, da ieri sera, è campione di tutto ed entra, di diritto, nel Walhalla degli immortali dello sport come, per rimanere all’atletica, Pietro Mennea, Sara Simeoni ed Alberto Cova. Guardando la sua performance a Budapest quello che davvero, crediamo, ha fatto la differenza è stato il suo indomito spirito agonistico. Lo storico amico-rivale, il qatariota Mutaz Barshim, è sembrato leggermente al di sotto dei suoi straordinari standard, il rampante americano Harrison, potenzialmente fortissimo, ha palesato uno stile ancora perfettibile ed infine l’altro favorito, il coreano Woo Sang Hyoek, un talento puro di un metro ed 87 si è spento piano piano dopo un avvio al fulmicotone.

Gimbo invece ha fatto una gara da campionissimo: soltanto una distrazione a 2,25 poi un rossiniano crescendo con i capolavori a 2,33 e soprattutto a 2,36 che hanno letteralmente tramortito la concorrenza. Il percorso, partito nel 2011 con la vittoria agli Europei Juniores, sembrerebbe completato e nessuno l’avrebbe pronosticato dopo quel maledetto 11 Giugno del 2016 quando la caviglia lo tradì a Montecarlo impedendogli di partecipare alle agognatissime Olimpiadi di Rio de Janeiro. Una mazzata che avrebbe devastato chiunque: non il 31enne campione anconetano, tornato in pedana più forte di prima proprio perché ferocemente determinato nel rispondere ad un destino che più crudele non si sarebbe potuto immaginare.

Parigi però non è lontana: anzi è tremendamente vicina, meno di un anno e l’unica cosa certa è che Gimbo, ricaricate le pile, venderà carissima la pelle. Nessuno, nel salto in alto, ha vinto due Olimpiadi di seguito, nemmeno il rivoluzionario Fosbury o l’attuale primatista del mondo Sotomayor: una sfida dal fascino irresistibile per un sensazionale agonista come Tamberi.

Author:

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS