Giandonato, mister serenità in campo e fuori: “Il bene della Fermana prima di tutto”

SERIE C – Il capitano dei canarini uno dei migliori con il Pontedera, non si è scomposto nemmeno durante un’estate strana. E nel rettangolo verde “dimentica” le ammonizioni

Chiamatelo mister serenità. Durante il periodo più strano dell’estate, era lui che tramite le sue storie su instagram riusciva a calmare le acque. “Manca poco per ripartire…”, scriveva. E in campo, adesso, ha dimenticato pure le ammonizioni. Zero cartellini in due partite per colui che lo scorso anno fu il calciatore professionista più sanzionato d’Italia.

Manuel Giandonato, capitano della Fermana, l’altra sera è stato uno dei migliori in occasione della gara stravinta con il Pontedera. “Terreno del Recchioni brutto? Mancava erba ma era comunque liscio, così siamo riusciti a fraseggiare bene in tutte le zone del campo – ha detto il play ex Juve che ha elogiato tutti i suoi compagni -. Da Pistolesi che sembra un veterano ad Eleuteri che è entrato benissimo, da Montini a Semprini che sono appena arrivati, ognuno ha fatto una grande partita. Naturalmente non cito i ragazzi che hanno 400 partite sulle spalle…”.

Il leader gialloblù è anche il primissimo calciatore che parla in conferenza dopo il trambusto estivo. Obbligato un passaggio sulle vicende tecniche e societarie che hanno infiammato i mesi scorsi. Giandonato non ha tirato indietro la gamba. “Il periodo è stato anomalo, ma non mi sono mai preoccupato perché erano i fatti a darmi serenità, non c’erano motivi per allarmarmi. Stipendi pagati, iscrizione pronta in anticipo… Gli esoneri di Protti e Andreatini? Ero convinto che rimanesse tutto così, c’è stato un ribaltone all’ultimo momento. Siamo dipendenti e dobbiamo adeguarci mettendo davanti a tutto il bene della Fermana e dello stemma che portiamo sul petto. E’ dispiaciuto per un bellissimo anno passato insieme ma il calcio è questo. C’erano legami reali e solidi, Fischnaller mi ha chiamato chiedendomi scusa per essere andato alla Torres, per farvi capire. Mi piacerebbe ricreare quello stesso ambiente familiare”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS