Giampaolo inventa, Braconi e Cardinali spietati

Braconi e Cardinali, autori dei due gol contro la Recanatese

PAGELLE CASTELFIDARDO – Fase difensiva impeccabile, David salva il risultato: Cusimano inesauribile

David 7: sempre sicuro, compie un intervento straordinario che evita il pari ad inizio ripresa, non può nulla sul gol

Cusimano 7: inesauribile, copre e riparte per tutta la gara sempre con lucidità.

Mataloni 6: ammonito per simulazione in avvio non si fa condizionare e gioca una gara solida dietro, qualche sbavatura in fase d’appoggio.

Rossini 7: dà filo da torcere a Sbaffo accorciando lo spazio senza concedere nulla dal punto di vista fisico.

Puca 7: sempre puntuale ed elegante guida con mestiere la difesa. Espulso probabilmente per un equivoco arbitrale poco prima del 90’.

Zeetti 7: un paio di chiusure su Mancini nella prima frazione valgono quasi come un gol, si fa male proprio prima del pari giallorosso. (60’ Bracciatelli 6,5: entra nel momento più difficile per i biancoverdi, ma contribuisce alla vittoria con diverse giocate apprezzabili).

Di Dio 7: agisce più sul centrodestra rispetto al solito sempre con la stessa ottima efficacia, si sposta centrale di difesa quando esce Zeetti senza patire in contenimento.

Corcione 6,5: combattivo e presente, il palo gli nega il 2-1.

Perpepaj 6,5: si muove molto impedendo ai difensori di prendere punti di riferimento, offre un paio di sponde da applausi (82’ Monachesi sv).

Giampaolo 7,5: inventa  giocate e assist per i compagni creando i presupposti per le due reti, ci prova anche in solitaria senza fortuna.

Braconi 7,5: svaria su tutto il fronte d’attacco e per tutto il primo tempo è una spina nel fianco della difesa giallorossa, rete compresa, si deve fermare ad inizio ripresa per un guaio fisico (50’ Cardinali 7,5: non è la prima volta che mette a segno il gol decisivo entrando dalla panchina, non male per un 2003).

All. – Lauro 8: il quarto posto è un risultato che va oltre ogni aspettativa della vigilia di questo campionato. Le reti decisive di due under, la difesa reinventata in corso di gara e ancora nel finale, sono la dimostrazione che ha dato alla squadra un’identità chiara e quindi capace di non smarrirsi nei momenti difficili.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia